Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Snowboard: gli svizzeri favoriti nei "loro" mondiali

Gli svizzeri, in immagine Thomas Franc, sperano di sorvolare la concorrenza

(Keystone)

La selezione svizzera vuole strappare un buon bottino di medaglie ai campionati del mondo di Arosa, nel canton Grigioni, in programma dal 13 al 20 gennaio.

È la prima volta dal 1996 che questa competizione, organizzata dalla Federazione internazionale di sci, si svolge sul suolo elvetico.

Fino al 20 gennaio i migliori atleti della disciplina e i loro fans trasformeranno Arosa nella capitale mondiale dello snowboard.

La piccola stazione turistica del canton Grigioni vive in questi giorni in un'atmosfera piuttosto diversa dal solito. Arosa è piuttosto conosciuta per i suoi centri di cura e di wellness – l'ultimo, realizzato dall'architetto ticinese Mario Botta, è costato circa 35 milioni di franchi – o per il suo festival estivo di opera che si tiene all'aperto nella valle dello Schanfigg.

"Lo spirito dello snowboard e Arosa riusciranno a conciliarsi a meraviglia", prevede Hello Haas, segretario generale di questa edizione dei campionati del mondo. Le decorazioni apparse in ogni angolo della località turistica sembrano dargli ragione.

A detta di Haas, "i responsabili della manifestazione sportiva hanno fatto di tutto per garantire una competizione al più alto livello". Le condizioni di innevamento sono in ogni caso sufficienti per permettere lo svolgimento regolare delle prove.

Armata svizzera

Da parte svizzera ci si augura di veder brillare i rappresentanti della squadra rossocrociata. Già da diversi anni, gli atleti elvetici riescono a fare una buona incetta di medaglie e di piazzamenti sul podio.

Soprattutto nel settore alpino, nel quale gli specialisti svizzeri hanno conquistato i primi posti della classifica generale delle stagioni 2004-05 e 2005-06, sia in campo maschile che in quello femminile.

Senza dimenticare le medaglie strappate ai Giochi olimpici di Torino dai fratelli Philipp e Simon Schoch (oro e argento nello slalom gigante), Daniela Meuli (oro nel gigante) e Tanja Frieden (oro nel boardercross).

Ad Arosa i due Schoch dovrebbero fare nuovamente scintille nel gigante, mentre grandi aspettative sono riposte in Tanja Frieden e Mellie Francon per quanto concerne il boardercross.

Fränzi Kohli si ritroverà invece piuttosto sola per difendere i colori rossocrociati nello slalom e nel gigante, dopo l'abbandono delle gare da parte di Daniela Meuli e dell'ex campionessa del mondo Ursula Bruhin.

Infine, benché l'half-pipe rimanga il Tallone di Achille della squadra svizzera, questa volta gli svizzeri possono riporre alcune speranze di successo in Manuela Pesko.

Ambizioni legittime

"Speriamo evidentemente di conquistare delle medaglie. Saremmo già contenti, se riuscissimo a strapparne tre o quattro. E un titolo mondiale non dovrebbe chiaramente farci dispiacere", dichiara Franco Giovanoli, capo del settore snowboard presso la Federazione svizzera di sci.

Nel 2005 a Whistler Mountain, in Canada, gli svizzeri avevano raccolto tre medaglie: l'oro con Daniela Meuli nello slalom, l'argento con Manuela Pesko nell'half-pipe e con Urs Eiselin nel gigante parallelo.

"Sulla carta, la squadra maschile dovrebbe disporre di maggiori chance di conquistare delle medaglie", ritiene Franco Giovanoli. "Il fatto di competere in Svizzera potrebbe rafforzare la pressione sulle spalle dei nostri rappresentanti".

Da notare ancora che cinque campioni del mondo saranno presenti ad Arosa: il canadese Jasey-Jay Anderson (alpino), il finlandese Antti Autti (half-pipe e big air), gli americani Seth Wescott e Lindsay Jacobellis (boardercross) e l'austriaca Manuela Riegler (gigante).

swissinfo, Mathias Froidevaux
(traduzione Armando Mombelli)

In breve

I campionati del mondo di swnowboard si svolgono dal 13 al 20 gennaio ad Arosa. Una ventina di persone sono già da due anni al lavoro per preparare questa manifestazione sportiva, il cui budget si aggira sui 3 milioni di franchi.

Per questa edizione dei mondiali sono presenti nella stazione turistica grigionese circa 800 atleti e allenatori provenienti da 47 paesi.

I campionati del mondo di snowboard, organizzati dalla Federazione internazionale di sci, hanno avuto luogo per la prima volta nel 1996 a Linz, in Austria. Dal 1997, a San Candido in Italia, si svolgono ogni due anni.

Inizialmente le gare mondiali di snowboard venivano organizzate dalla Federazione internazionale di snowboard, che ha cessato in seguito le attività per ragioni finanziarie.

Negli ultimi anni questa disciplina invernale è stata quindi integrata nella Federazione internazionale di sci.

Fine della finestrella

Selezione svizzera ad Arosa

Gigante parallelo
Uomini: Simon Schoch; Philipp Schoch; Marc Iselin; Heinz Inniger
Donne: Fränzi Kohli; Patrizia Kummer

Slalom
Uomini: Simon Schoch; Philipp Schoch; Marc Iselin; Roland Haldi
Donne: Fränzi Kohli; Patricia Kummer

Boardercross
Uomini: Marco Huser; Stephan Werlen; Guillaume Nantermod; Reto Jenni
Donne: Mellie Francon; Tanja Frieden; Sandra Frei; Simona Meiler

Half-pipe
Uomini: Christian Haller; Rolf Feldmann; Markus Keller; Sergio Berger.
Donne: Manuela Pesko; Andrea Schuler; Sina Candrian; Ursina Haller.

Big Air
Uomini: Thomas Franc; Benedikt Nadig; Stephan Maurer; Christian Haller
Donne: Manuela Pesko

Fine della finestrella

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.