Bambini più sicuri sulle strade

I bambini dovrebbero essere meglio protetti a bordo di scuolabus o automobili: è l'obiettivo del Governo svizzero che mercoledì ha approvato una serie di misure in tal senso e ha rafforzato le competenze dell'Ufficio federale delle strade (USTRA).

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2009 - 13:49

A partire dal 1° aprile 2010, i bambini fino ai dodici anni – con una statura inferiore ai 150 centimetri - dovranno viaggiare su un sedile speciale o un seggiolino, mentre quelli più grandi (o più alti) dovranno allacciarsi unicamente le cinture di sicurezza. I seggiolini dovranno essere omologati, riconosciuti e adeguati al peso dei bambini, ha spiegato mercoledì l'USTRA, precisando che finora questa prassi era obbligatoria unicamente per i bimbi al di sotto dei sette anni.

Questa misura preventiva non si limiterà unicamente alle automobili private. Dal mese di agosto del 2012, infatti, anche le ditte che offrono un servizio speciale di scuolabus dovranno garantire ai bambini una protezione analoga.

Il Consiglio federale ha poi sottoposto ad autorizzazione il cosiddetto "chip tuning", ossia la modifica di componenti elettroniche del motore per manipolare le prestazioni o le emissioni sonore e di gas di scarico. Dal primo aprile 2010, i trasgressori potranno quindi essere sanzionati.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo