Navigation

Il posto di lavoro preoccupa quattro volte più del terrorismo

La disoccupazione, gli stranieri e la previdenza per la vecchiaia: anche nel 2016, per il decimo anno consecutivo, queste tre preoccupazioni sono in testa al "barometro delle apprensioni" degli svizzeri, realizzato dall'istituto gfs.bern, per conto del Credit Suisse.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2016 - 13:32
swissinfo.ch con RSI e ats (TG delle 20:00 del 30.11.16)

La proporzione del campione rappresentativo di intervistati che hanno citato uno di questi temi è tuttavia in calo: dal 56% dall'anno scorso al 45% per la disoccupazione, dal 43 al 36% per gli stranieri e dal 38 al 28% per la previdenza professionale.

La flessione delle tre preoccupazioni principali lascia spazio ad altri timori: nessuno ha tuttavia registrato un salto vertiginoso. Le questioni legate ai trasporti e le nuove trasversali ferroviarie alpine sono l'argomento con l'incremento più marcato, dall'8 al 15%. La cerimonia di apertura del tunnel di base del San Gottardo ha probabilmente contribuito a portare questo tema all'attenzione degli svizzeri.

Resta contenuta la paura del terrorismo, anche se in crescita: dal 10 al 14%.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.