Prospettive svizzere in 10 lingue

Negli alpeggi ci si arma contro la carenza d’acqua

Dopo la siccità dell'anno scorso, nelle Alpi non si pensava di rivivere un'altra estate difficile dal punto di vista idrico. Keystone

La pioggia manca, i ghiacciai si ritirano: In Svizzera, gli agricoltori e le agricoltrici di montagna sono alla ricerca di acqua dolce per il bestiame.

Dopo l’estate secca del 2022, André Windlin non avrebbe mai pensato che anche quest’anno la situazione idrica sulle Alpi gli avrebbe di nuovo creato dei grattacapi.

“Dopo tutte le precipitazioni in primavera, credevo che questa volta non avremmo avuto problemi”, afferma il responsabile dell’Ufficio cantonale dell’agricoltura e dell’ambiente del Cantone Obvaldo. “Ma nel frattempo da molte sorgenti sta già sgorgando di nuovo meno acqua del solito”.

Al momento nel Cantone della Svizzera centrale la situazione non è così critica per l’approvvigionamento idrico nelle Alpi. Ma non è certo che le cose rimarranno così.

Manca anche l’acqua di disgelo

A causa dell’inverno poco nevoso, le riserve idriche in alta montagna sono scarse e solo poca acqua di fusione scorre dalle cime verso il fondovalle. Se nelle prossime settimane le piogge dovessero continuare a scarseggiare, la situazione potrebbe di nuovo diventare critica per gli allevamenti alpini. In una giornata calda, una mucca beve fino a 100 litri d’acqua.

Nelle giornate calde una mucca beve fino a 100 litri d’acqua. Keystone

In alcune aree della Svizzera centrale la situazione è più tesa che nel resto della Svizzera tedesca. I temporali che in giugno si sono abbattuti sulle Prealpi e sul versante settentrionale delle Alpi non sono caduti in modo uniforme. A Svitto, ad esempio, è caduta poca pioggia.

Come a Obvaldo, anche in questo Cantone per ora non vi sono grossi problemi di approvvigionamento per gli esseri umani e gli animali. Tuttavia, “in alcune aree la situazione è difficile”, spiega spiega Daniel von Euw, direttore della cooperativa Oberallmeind.

Misure contro la siccità

Con oltre 9’000 ettari di boschi, questa associazione è il più importante proprietario forestale non governativo della Svizzera. Possiede anche circa 8’000 ettari di pascoli, gestiti da 155 alpigiani e alpigiane.

E qui la cooperativa si sta organizzando per far fronte a estati più secche.

“Cerchiamo di mantenere quanta più acqua possibile sulle Alpi”, spiega Daniel von Euw. Cosa significa concretamente? Le sorgenti che gli agricoltori di montagna conoscono da anni come fonti affidabili di acqua vengono ristrutturate, l’acqua viene immagazzinata in nuovi serbatoi o raccolta in bacini naturali già esistenti.

Sono in corso diversi progetti di costruzione di questo tipo e due sono in fase di completamento. Uno di questi prevede di non lasciare che l’acqua si disperda nelle montagne carsiche dell’area della Muotathal fino a riemergere nella valle sottostante, ma di trattenerla più in alto.

L’acqua nelle Alpi diventerà più cara

Tutto questo per un costo di circa due milioni di franchi. Con il crescente riscaldamento del clima, i prezzi per progetti di costruzione analoghi sono destinati ad aumentare.

Secondo l’Ufficio federale dell’agricoltura, lo scorso anno Confederazione e Cantoni hanno speso 22 milioni di franchi per progetti di approvvigionamento idrico per l’agricoltura alpina. Nel 2013 la cifra era di 4,3 milioni.

Per Daniel von Euw è chiaro che la cooperazione tra i diversi alpeggi deve migliorare: “In passato, ogni alpe si occupava di sé stessa per assicurarsi acqua a sufficienza. Se le persone si organizzano meglio superando i confini regionali, le difficoltà possono essere alleviate”.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR