Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Svizzera bloccata dalla neve

Il traffico è perturbato un po' ovunque in Svizzera. Nella foto: il passo del Furka, in Vallese

(Keystone)

Da sabato nevica abbondantemente su tutta la Svizzera, compreso sull'Altopiano. A Nord-Ovest del Paese si registrano fino a 40 cm di neve.

In Vallese, numerosi villaggi sono rimasti isolati. Il traffico è molto perturbato e a tratti interrotto. Negli aeroporti la situazione è caotica.

La neve caduta copiosa venerdì e sabato su gran parte della Svizzera, in particolare nel Nord-Ovest del Paese, ha causato diversi disagi, soprattutto al traffico, ma anche interruzioni dell'erogazione elettrica.

Sono stati segnalati molti incidenti stradali ma solo con solo danni materiali. In alcune località sciistiche del Vallese i turisti sono bloccati fino a nuovo avviso.

Numerosi tratti di strade e autostrade sono stati chiusi temporaneamente al traffico, non solo per la difficoltà nel viaggiare ma anche per l'alto pericolo di valanghe o per la caduta di alberi sul tracciato.

Pericolo di valanghe

Il livello d'allarme per le valanghe è piuttosto alto in diverse regioni, ma soprattutto in Vallese, dove nevica da tre giorni. Nelle regioni di Montana e Leukerbad il pericolo di slavine raggiunge il grado 5 (livello massimo di pericolo), fenomeno che si registra in media ogni tre anni.

Numerose strade sono state chiuse al traffico, in particolare nell'Alto Vallese, bloccando i turisti nelle stazioni sciistiche. A St-Gingolph sono state evacuate una dozzina di abitazioni minacciate dalla neve.

Secondo MeteoSvizzera nel corso della giornata di domenica dovrebbe continuare a nevicare, soprattutto nell'arco Alpino.

La neve era stata preceduta da forti folate di vento che si sono abbattute venerdì notte sulla Svizzera. A Friburgo la tempesta ribattezzata «Xandra» ha provocato il crollo di un'impalcatura costruita attorno all'edificio della Posta, non lontano dalla stazione. Una ragazza di 17 anni è stata colpita da un elemento metallico ed è morta sul colpo.

Disagi in città e aeroporti

Difficoltà di circolazione sono state segnalate pure per molti trasporti pubblici cittadini – soprattutto a Basilea e a Zurigo – nonché negli aeroporti.

Lo scalo di Basilea-Mulhouse, dove sabato sono già stati annullati una sessantina di voli, rimarrà chiuso fino a domenica a mezzogiorno.

Anche l'aeroporto di Zurigo ha dovuto fare le spese del maltempo. Sabato i passeggeri dovevano contare in media due ore di ritardo, mentre 72 voli sono stati cancellati dal tabellone.

swissinfo e agenzie

In breve

Da sabato, la Svizzera è preda di forti venti e copiose nevicate.

Queste nevicate battono ogni record. Sullo Züriberg, sono caduti 54 cm di neve in 24 ore, il limite massimo mai registrato dall'inizio delle misurazioni 75 anni fa.

Il pericolo di valanghe varia dai 3 ai 4 gradi (su un massimo di 5) a seconda delle regioni. Nelle zone di Montana e di Leukerbad, in Vallese, raggiunge il grado 5.

Numerose strade e autostrade sono state chiuse.

L'aeroporto di Basilea è stato chiuso fino a domenica mattina.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza