Navigation

Svizzera Turismo punta su svizzeri ed europei

Svizzera teme il calo di villeggianti soprattutto dall'Asia e dall'America Keystone

Per cercare di contrastare gli effetti degli attentati dell'11 settembre e del naufragio di Swissair, Svizzera Turismo investirà 5 milioni di franchi in una campagna di promozione rivolta ai potenziali turisti svizzeri ed europei.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2001 - 10:30

L'organizzazione prevede infatti un notevole calo dei viaggiatori che arrivano in Svizzera in aereo, una clientela che oggi rappresenta il 35 per cento di tutti gli ospiti stranieri, indica un comunicato diramato oggi a Zurigo.

Svizzera Turismo si aspetta soprattutto una diminuzione dei vacanzieri provenienti dall'Asia e dagli Stati Uniti. Per controbilanciare questo effetto l'associazione lancerà a partire da novembre una «grande campagna invernale» in Svizzera e sui mercati considerati vicini, come Germania, Francia, Italia e Olanda.

Svizzera Turismo è pronta a sostenere nella misura delle sue possibilità una nuova compagnia nazionale, considerata di importanza strategica per il turismo elvetico. Ma nel frattempo occorre però riparare i gravi danni d'immagine causati dal disastro.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?