Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss, conti meno rossi del previsto

Un partenza meno deficitaria di quanto preventivato

(swissinfo.ch)

I conti semestrali della compagnia aerea fanno registrare una perdita di 447 milioni di franchi.

Un terzo in meno del previsto: superate anche le previsioni del fatturato.

La compagnia aerea elvetica Swiss ha subito nel primo semestre dalla sua nascita una perdita di 447 milioni di franchi. Ciò rappresenta un terzo in meno rispetto a quanto preventivato nel business plan.

Occupazione dei velivoli in Europa e Oltreoceano in aumento

Anche il fatturato è risultato migliore del previsto: invece degli 1,209 miliardi di franchi preventivati, esso si è attestato a 1,754 miliardi. In particolare i voli intercontinentali sono quasi sempre pieni.

Le stime precedenti dei media prevedevano una perdita di appena 340 milioni di franchi. Il business plan elaborato lo scorso anno prevede per l'intero 2002 un deficit di 1,1 miliardi di franchi.

Fa i complimenti a Swiss per i risultati raggiunti Hilary Cook, analista della Barklays Private Clients: "Penso che la compagnia sia stata molto prudente nelle previsioni sin dall'inizio. E giustamente, visto che si tratta di un'industria molto imprevedibile in cui è difficile controllare fattori esterni come l'Iraq o l'11 settembre", dice a swissinfo.

Speranze e lacune

Swiss, 10mila dipendenti, «si sta avvicinando alla sua velocità di crociera», indica il comunicato di lunedì. Ma vi sono anche «zone d'ombra»: il cliente non usufruisce ancora a tutti i livelli del prodotto che la compagnia vorrebbe offrirgli.

Il servizio e il comfort a terra e in volo non hanno ancora raggiunto lo standard voluto e i servizi di manutenzione tecnica della flotta regionale dovranno compiere progressi dal profilo dell'affidabilità.

Il matrimonio delle diverse culture imprenditoriali, dopo l'integrazione di Crossair e Swissair, non sono ancora state realizzate. Swiss ha concluso un accordo negoziale per la definizione di un contratto collettivo di lavoro con il sindacato del personale di cabina Kapers, mentre le trattative condotte con Swiss Pilots, che riunisce i piloti ex Crossair, non hanno finora dato esito.

Swiss Pilots aveva tempo fino alla mezzanotte di domenica per accettare le proposte formulate dalla direzione, ma il sindacato - per tutta risposta - si è rivolto nuovamente alla giustizia. Accusa infatti la compagnia nazionale di non rispettare una sentenza dello scorso luglio del tribunale arbitrale di Basilea, che aveva invididuato nel nuovo contratto collettivo una serie di discriminazioni a svantaggio dei piloti ex Crossair.

Le strategie

Swiss sta negoziando una sua partecipazione nell'alleanza One World, che sembra centrale al successo della compagnia elvetica a lungo termine.

"È chiaro che Swiss sta facendo dei buoni progressi. E l'alleanza con Oneworld è essenziale. Ma i profitti dipenderanno inevitabilmente dalla situazione globale. Nel caso di un aumento del prezzo del petrolio a causa di una guerra, tutte le compagnie aeree saranno in difficoltà" commenta Hilary Cook in proposito.

Swiss è nata per succedere a Swissair, con un capitale di 2,3 miliardi di franchi, stanziato dalla Confederazione, i cantoni e un numero di compagnie elvetiche, tra cui Nestlé, UBS e Credit Suisse.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

447 milioni di franchi: perdite nei primi sei mesi
1,754 miliardi: il fatturato nello stesso periodo
1,1 miliardi di franchi: perdite preventivate per l'intero 2002
5,2 milioni: i passeggeri trasportati
55%: tasso d'occupazione per l'Europa
76,9%: tasso d'occupazione voli intercontinentali

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.