Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss: trovato accordo per il personale di terra

Per i sindacati del personale di terra l'accordo raggiunto è di buon auspicio

(Keystone)

La nuova Convenzione collettiva di lavoro introduce un sistema di salario e di pensionamento unico e una riduzione della durata di lavoro settimanale.

La nuova compagnia aerea nazionale SWISS ha superato un'ulteriore tappa in vista del suo decollo. La direzione di Crossair ha raggiunto un accordo di massima per una Convenzione collettiva di lavoro (CCL) con i sindacati del personale di terra.

I rappresentanti di Crossair SA e dei sindacati del personale di terra rilevano che la nuova CCL è il frutto di un reale partenariato sociale autenticamente svizzero e rappresenta una soluzione equa e di buon auspicio per l'avvenire di SWISS.

Il capo del personale di SWISS, Kurt Renali, da parte sua, evidenzia che "per la prima volta il personale di terra dispone di una convenzione collettiva e dunque, come i piloti e il personale di cabina, di condizioni quadro di lavoro migliori".

Questo nuovo contratto di lavoro, che tocca circa 2'300 collaboratrici e collaboratori, deve entrare in vigore il 1° aprile 2002, per un periodo di tre anni, vale a dire fino al 31 marzo 2005.

Nessuna distinzione tra personale Swissair e Crossair

La nuova CCL si basa su un sistema salariale, una durata del tempo di lavoro e un regime di pensionamento valevoli per tutto il personale di terra, indipendentemente dal fatto che l'impiegato abbia lavorato per Crossair o per Swissair.

Prevede una scala retributiva che porta il salario lordo minimo mensile da 2'700 a 3'250 franchi. Sono un'ottantina gli impiegati che potranno approfittare immediatamente di quest'aumento del salario minimo.

Tutti coloro la cui retribuzione si colloca fra il minimo e il massimo della loro rispettiva classe salariale, beneficeranno di un aumento generalizzato del 2 per cento. La durata del lavoro sarà, inoltre, progressivamente ridotta da 42,5 a 41 ore settimanali. Per quel che riguarda l'étà del pensionamento, passerà da 65 a 63 anni.

Questa nuova CCL si aggiunge a quelle che la direzione di Crossair ha già concluso con il sindacato del personale di cabina Kapers e il sindacato dei piloti di Swissair, Aeropers.


swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×