Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss Life vende le attività in Belgio e nei Paesi Bassi

La sede zurighese di Swiss Life riorienta la sua strategia

(Keystone)

Il gruppo assicurativo elvetico Swiss Life ha annunciato lunedì di voler cedere le sue attività nei Paesi Bassi e in Belgio al gruppo olandese SNS REAAL. Il prezzo della transazione ammonta a 2,51 miliardi di franchi.

All'origine della nuova vendita figurerebbe l'impossibilità di raggiungere autonomamente, e a breve termine, una posizione redditizia e sostenibile sui due mercati.

La transazione, di un importo massimo di 1,53 miliardi di euro (2,51 miliardi di franchi), comprende Zwitserleven, Swiss Life Asset Management (Nederland) e Swiss Life (Belgium), scrive il gruppo assicurativo zurighese in una nota.

L'importo si compone del prezzo di vendita pari a 1,44 miliardi di euro e di un adeguamento del prezzo fino a 90 milioni di euro al massimo, in base all'aumento del valore dell'attivo locale (net asset value) di Zwitserleven e di Swiss Life (Belgium) nel 2007.

«Dopo un'approfondita verifica dell'orientamento strategico del gruppo - indica Swiss Life - siamo giunti alla conclusione di vendere gli affari nei Paesi Bassi e in Belgio (...) siccome in questi due paesi non sarebbe stato possibile conseguire una posizione sul mercato redditizia a lungo termine, date le limitate possibilità di consolidamento».

Nuove opportunità

Per il presidente della direzione del gruppo zurighese, Rolf Dörig, l'intenzione di cedere le due attività a SNS REAAL rappresenta, nelle circostanze attuali, «la migliore possibilità di ottimizzarne il valore a favore degli azionisti».

Nel contempo, aggiunge Dörig nel comunicato, questa soluzione offre sia al management che alle collaboratrici e ai collaboratori nei Paesi Bassi e in Belgio nuove e interessanti opportunità di sviluppo.

L'operazione, che deve ancora essere approvata dalle autorità di vigilanza, sarà finalizzata entro la metà del 2008.

Seconda cessione in pochi giorni

L'anno scorso, le attività olandesi di Swiss Life hanno contribuito per 63 milioni di franchi (20 milioni quelle belghe) al risultato del settore attività assicurative del gruppo. L'assicuratore zurighese contava 749 dipendenti nei Paesi Bassi e di 360 in Belgio alla fine del primo semestre 2007.

Dalla cessione, Swiss Life prospetta un contributo all'utile del gruppo - al netto delle imposte - pari a 1,2 miliardi di franchi circa, di cui 200 milioni di franchi saranno contabilizzati nel 2007 e un miliardo di franchi nel 2008.

Ad inizio novembre, Swiss Life aveva venduto per 1,8 miliardi di franchi la Banca del Gottardo alla Banca della Svizzera italiana.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Swiss Life è presente in Svizzera con 59 agenzie generali.
Dispone di 800 consulenti.
Oltre un milione di clienti.
Premi netti nel 2007: 13,95 miliardi.
Il 35% del volume dei premi del gruppo proviene dalla Svizzera.
Patrimonio controllato: 205,6 miliardi di franchi.

Fine della finestrella

Swiss Life

Fondato nel 1857 con il nome di Rentenanstalt, il gruppo Swiss Life è uno dei leader europei nei settori della previdenza professionale e dell'assicurazione vita.

Il gruppo, che ha sede a Zurigo, è attivo in circa 60 paesi ed impiega circa 8'700 collaboratori, la metà dei quali in Svizzera.

In seguito alla crisi dei mercati finanziari e ad una serie di acquisizioni avventate nel settore bancario e assicurativo, nel 2002 Swiss Life si era ritrovata sull'orlo del collasso, registrando una perdita pari a 1,7 miliardi di franchi.

Il numero uno svizzero delle assicurazioni sulla vita ha ripreso quota negli ultimi anni. Nel 2006 ha conseguito un utile di 954 milioni di franchi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×