Swissair: i dipendenti vogliono salvare la compagnia

Dopo le azioni di protesta delle scorse settimane, i dipendenti di Swissair chiedono ora il salvataggio della compagnia Keystone

I dipendenti di Swissair Group hanno depositato alla Cancelleria federale una petizione sostenuta da oltre 30'000 firme, che chiede di salvare Swissair.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2001 - 17:26

Gli impiegati chiedono ora il finanziamento della cosiddetta soluzione «26 aerei a corto e 26 a lungo raggio».

La petizione era stata lanciata due settimane fa. Inizialmente chiedeva il salvataggio finanziario dell'intero SAir Group. Alla luce dei recenti sviluppi, i promotori hanno dato un'altra interpretazione al testo.

«Oggi chiediamo il finanziamento della soluzione 26/26, ha indicato all'ats Daniel Horowitz, dipendente della filiale d'informatica Atraxis. Il Consiglio federale deve far pressione sull'economia affinché partecipi in modo determinante alla futura compagnia aerea.

In una lettera aperta i promotori chiedono una partecipazione sostanziale delle grandi banche. Attendono anche un gesto da parte dei cantoni e auspicano che si valutino le possibilità degli impiegati e dei privati d'entrare nel capitale di Crossair.

Migliaia d'impiegati di Swissair Group hanno ricevuto negli ultimi giorni lettere di licenziamento. Il piano finanziario va esteso ai fornitori della compagnia, anche in questo caso con il sostegno delle banche.

Infine, nella lettera aperta si legge che gli ex membri del consiglio d'amministrazione devono assumersi la responsabilità degli errori commessi.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo