Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tecnologia svizzera per il treno del futuro

La nuova tecnologia permette ai conducenti dei treni di conoscere in anticipo le condizioni di circolazione sulle linee (FFS.ch)

Le Ferrovie federali svizzere (FFS) hanno messo a punto un sistema di segnaletica digitale che permette di rendere più rapido e sicuro il traffico su rotaia.

Entro il 2005 questa tecnologia rivoluzionaria entrerà in funzione sulla linea Berna-Olten.

La nuova linea in costruzione, che introdurrà per prima il modello innovativo di segnaletica, consentirà di ridurre a meno di 1 ora il viaggio tra Berna e Zurigo. Ancora attualmente è di 1 ora e 13 minuti.

Ma il vantaggio più grande del nuovo sistema di segnalazione digitale è quello di poter essere perfino adottato dalle ferrovie degli altri paesi europei.

“Le ferrovie svizzere sono riuscite a realizzare un sistema che funziona” constata impressionato Christopher Garnet, direttore esecutivo delle Britain’s Great North Eastern Railway, avvicinato da swissinfo nel corso di una recente dimostrazione della nuova segnaletica.

“Osserviamo tutti con grande interesse lo sviluppo di questo sistema, poiché questa tecnologia verrà introdotta tra 4 o 5 anni anche in Gran Bretagna”.

Un occhio che anticipa i pericoli

Il nuovo sistema - chiamato “cab signalling” o European Train Control System - permette di inviare informazioni al conducente del treno, impiegando circuiti di trasmissione dei dati digitali e senza filo.

Il macchinista riceve tutte le indicazioni necessarie su un computer, che gli preannunciano cosa incontrerà sulla sua linea tra diversi chilometri. Non deve quindi più affidarsi soltanto alle segnalazioni tradizionali.

“Superata una certa velocità, i conducenti non sono più in grado di reagire tempestivamente ai segnali tradizionali che si trovano lungo le linee ferroviarie” spiega David Brighinshaw, editore dell’International Railway Journal.

“Grazie a cab signalling possono invece conoscere in anticipo le condizioni di circolazione, ad esempio se la linea è libera oppure se è necessario rallentare”.

Modello eurocompatibile

Finora, la maggior parte delle ferrovie europee sviluppavano i loro propri sistemi di segnaletica. L’aumento del traffico continentale tra un paese e l’altro sta spingendo l’Unione europea a cercare soluzioni maggiormente compatibili.

“ETCS permetterà in futuro di superare le barriere nazionali” si augura David Briginshaw. Il modello svizzero di segnaletica sembra in ogni caso molto più avanzato di quello impiegato dai treni ad alta velocità in Francia o Germania.

Anche Christopher Garnet è convinto del successo del nuovo sistema: “ETCS verrà esteso a tutta l’Europa, garantendo tra pochi anni un sistema di sicurezza compatibile”.

Spese per 1 miliardo di franchi

In Svizzera, un terzo delle locomotive saranno equipaggiate con il nuovo sistema di segnaletica entro la fine dell’anno prossimo. Nel giro di 5 anni, tutti i convogli ferroviari dovrebbero poter disporre di questa tecnologia.

Per quanto riguarda le rotaie, bisognerà invece aspettare ancora fino al 2017, affinché i nuovi impianti vengano istallati su tutta la rete ferroviaria. Le spese per compiere questo salto tecnologico sono stimate a circa 1 miliardo di franchi.

Primi esperimenti, condotti l’anno scorso sulla linea Olten Lucerna di 35 chilometri, hanno evidenziato alcuni problemi di funzionamento del nuovo sistema.

Ma oggi, secondo le FFS, questa tecnologia rivoluzionaria è in grado di assicurare una quasi totale affidabilità, consentendo l’arrivo ad orari puntuali dell’98% dei convogli.

swissinfo, Vincent Landon
(traduzione Armando Mombelli)

Fatti e cifre

Fine 2004: un terzo dei treni saranno equipaggiati con la nuova tecnologia
2017: il nuovo sistema di segnaletica entrerà in funzione su tutta la rete ferroviaria
1 miliardo di franchi i costi per l'istallazione futuristica

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×