Navigation

400 potenziali jihadisti in Svizzera

Il Servizio delle attività informative della Confederazione ha identificato 400 persone che hanno dei legami via Internet con il fondamentalismo islamico. Gli individui ad aver lasciato la Svizzera in direzione delle zone di conflitto della jihad sono una settantina.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2016 - 08:31
swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG del 2.5.2016)

La Svizzera, quale Stato integrato nel mondo occidentale, è giudicata dai fondamentalisti ostile all’Islam e continua quindi a essere un potenziale obiettivo di attentati, secondo il rapporto annuale del Servizio delle attività informative della ConfederazioneLink esterno. La Svizzera non è tuttavia tra i principali bersagli.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.