Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Turismo: è un inverno buono

L'innevamento a nord delle Alpi ha fatto la gioia dei turisti

(swissinfo.ch)

Le stazioni invernali svizzere hanno generalmente iniziato bene la stagione, salvo in Ticino.

Nelle località vallesane, gli affari sono andati molto bene.Secondo Joseph Bonvin, presidente dell'associazione degli albergatori del cantone, gli hotel erano al completo e i clienti sono giunti prima rispetto all'anno scorso. Le spese invece sono stabili.

Nei Grigioni i risultati record dell'inverno 2000/01 sono stati nuovamente raggiunti. Il tasso di occupazione dei letti è molto elevato, ha affermato la «Graubünden Ferien» (GRF) in un comunicato.

Il rallentamento della congiuntura ha lasciato poche tracce e la voglia di consumare non è calata. Alcuni impianti di risalita hanno registrato comunque una riduzione del giro d'affari a causa del maltempo che ha scoraggiato i turisti di un giorno.

Le mete turistiche dell'Oberland bernese sono soddisfatte dell'affluenza durante le feste. Il direttore del turismo di Grindelwald, Joe Luggen, definisce gli affari «fenomenali» poiché dopo gli avvenimenti di settembre nessuno si aspettava una tale richiesta. Soddisfazione anche nella Svizzera centrale.

«Riguardo ai pernottamenti e ai tragitti in montagna, le cifre si situano un po' al di sopra dei risultati dell'anno precedente, che già erano molto buoni», ha spiegato Fredy Miller, direttore del turismo di Engelberg-Titlis.

Il Ticino invece è un'eccezione in questo quadro roseo. In Leventina la maggior parte dei posti letto in albergo è rimasta inoccupata: il calo dei pernottamenti rispetto all'anno precedente è del 40 per cento. Le cattive condizioni di innevamento e la catastrofe del San Gottardo hanno contribuito ad allontare i potenziali clienti.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.