Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Viktor Röthlin, una maratona d'oro



Una vittoria il giorno della festa nazionale: Röthlin domenica ha conquistato il suo titolo più prestigioso

Una vittoria il giorno della festa nazionale: Röthlin domenica ha conquistato il suo titolo più prestigioso

(Keystone)

Ai campionati europei di Barcellona, l'atleta svizzero ha conquistato un po' a sorpresa la medaglia d'oro nella prova regina. Alle sue spalle si sono classificati lo spagnolo Martinez e il russo Safronov.

Viktor Röthlin ce l'ha fatta! Dopo l'argento agli Europei del 2006 a Göteborg e il bronzo ai Mondiali del 2007 a Osaka, domenica a Barcellona lo svizzero è riuscito ad abbellire la sua bacheca anche con la medaglia più preziosa.

Ventiquattro anni dopo Werner Günhtör nel peso, la Svizzera può di nuovo festeggiare un titolo europeo. "È magnifico, tanto più che è il giorno della festa nazionale", ha dichiarato Röthlin al termine della 19esima maratona della sua carriera. "Dopo quello che è successo in questi ultimi due anni è incredibile. Tuttavia non avrei partecipato se non fossi stato cosciente di avere una chance di medaglie".

Dopo Röthlin il vuoto

L'atleta elvetico è partito attorno al 27esimo chilometro, facendo rapidamente il vuoto. Röthlin è giunto al traguardo in 2h 15' 31", distanziando di oltre due minuti lo spagnolo Manuel Martinez (2h 17' 50") e il russo Dimitri Safronov (2h 18' 16").

Nulla da fare invece per il campione olimpico di Atene Stefano Baldini, costretto al ritiro dopo 23 chilometri, e per il suo connazionale Ruggero Pertile, che ha concluso in quarta posizione.

La corsa si è sviluppata su un ritmo assai lento (1h 07' 43" a metà gara). Röthlin, 35 anni, è però stato l'unico a riuscire a cambiare marcia negli ultimi 15 chilometri e a distaccarsi dal quartetto di cui faceva parte.

Outsider

Alla vigilia della gara Röthlin era considerato uno degli outsider. Certo, sulla carta il tempo di 2h 07' 23 realizzato nel 2008 lo piazzava al secondo posto della classifica virtuale, dietro alle spalle dell'italiano Stefano Baldini.

Da due anni però Röthlin non aveva più partecipato a una maratona (l'ultima volta aveva corso alle Olimpiadi di Pechino) e nel 2009 aveva avuto gravi problemi di salute a causa di due embolie polmonari consecutive che avevano addirittura fatto temere per la sua vita.

I test effettuati prima di questa competizione erano sì stati positivi, ma i risultati delle corse disputate nella prima parte della stagione non facevano assolutamente ben sperare.

"Il grande interrogativo è di sapere come riuscirò a concretizzare in gara i buoni test avuti in allenamento", aveva dichiarato Röthlin qualche giorno prima della maratona. Una domanda alla quale l'elvetico ha saputo rispondere alla grande domenica poco dopo mezzogiorno.

swissinfo.ch e agenzie

Europei di atletica, le medaglie svizzere

2010 Barcellona: Viktor Röthlin, oro nella maratona

2006 Göteborg: Viktor Röthlin, argento nella maratona

2002: Monaco: André Bucher, argento negli 800 m

1998 Budapest: André Bucher, argento negli 800 m; Anita Weyermann, bronzo nei 1'500 m

1994 Helsinki: Matthias Rusterholz, bronzo nei 400 m; Daria Nauer, bronzo nei 10'000 m

1990 Spalato: Anita Protti, argento nei 400 m ostacoli; Sandra Gasser, bronzo nei 1'500 m

1986 Stoccarda: Werner Günthör, oro nel peso

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza