Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Diagnosi preimpianto


Ingegneria genetica: in 10 anni, i cantoni hanno cambiato poco




 Altre lingue: 2  Lingue: 2

Oltre il 60% dei cittadini svizzeri ha votato questa domenica a favore di un nuovo articolo costituzionale che apre la strada alle diagnosi genetiche preimpianto (PGD). L'analisi di dettaglio evidenzia che i Cantoni più favorevoli a questo metodo sono quelli che avevano approvato a larga maggioranza una decina di anni fa la legge che autorizza le ricerche sulle cellule staminali provenienti da embrioni sovrannumerari. 

Sei Cantoni della Svizzera centrale e orientale hanno respinto il nuovo articolo costituzionale, che consente di analizzare un embrione concepito in vitro prima dell'impianto in utero, al fine di rilevare eventuali anomalie. Al contrario, tutti i Cantoni di lingua francese, a cominciare da Vaud e Ginevra, hanno ampiamente sostenuto il nuovo articolo costituzionale

Nel 2004, gli svizzeri avevano approvato, pure con una maggioranza di oltre il 60%, un legge che regola la questione dell’impiego di cellule staminali. Tutti i Cantoni, senza eccezione, si erano allora espressi a favore di questa riforma. 

Il grafico sottostante, sul quale figurano tutti i Cantoni allineati in diagonale, mostra la diversa sensibilità tra di loro, quando si tratta di decidere su temi riguardanti l'ingegneria genetica.

 (swissinfo.ch)
(swissinfo.ch)



Traduzione di Armando Mombelli, swissinfo.ch

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×