Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

#WeAreSwissAbroad – David Schaffner "Noi svizzeri ci adattiamo facilmente"

Bärtiger Mann mit Jacke und Halstuch in einem Wald

David Schaffner durante una passeggiata in una foresta della Germania centrale.

(zVg)

David Schaffner si è trasferito in Germania a causa di una donna. Il venticinquenne svizzero all'estero si è poi sposato con lei e oggi gode di una vita tranquilla in una piccola città dell’Assia. Ma continua a mantenere stretti contatti con il suo paese d'origine.

swissinfo.ch: Quando e perché ha lasciato la Svizzera?

David Schaffner: Per amore. Ho lasciato la Svizzera nel 2016 per la mia ragazza di allora, ora mia moglie.

Le opinioni espresse in questo articolo, tra cui quelle riguardanti il paese ospitante e la sua politica, rispecchiano la visione della persona intervistata e non corrispondono necessariamente alla posizione di swissinfo.ch.

Fine della finestrella

swissinfo.ch: È stato un viaggio senza ritorno o intende tornare in Svizzera?

D.S.: Un ritorno era e non è tuttora previsto, ma non lo escludo neppure.

swissinfo.ch: Che tipo di lavoro svolge? Come sta andando?

D.S.: Lavoro nella distribuzione di prodotti dell'industria alimentare. Siamo specializzati in "private label packaging" di tè e spezie biologiche, che forniamo a grandi e piccoli clienti in Europa centrale.

Il settore biologico è in crescita e in continua evoluzione. Si tratta di un’attività molto interessante e svariata. Sono arrivato a questa attività in modo classico, attraverso un annuncio di lavoro.

Sto anche studiando economia aziendale. La mia agenda è alquanto piena, ma è bello avere una sfida come questa.

Frau und Mann mit Bart, beide lächelnd

David Schaffner con sua moglie.

(zVg)

swissinfo.ch: Dove vive attualmente, com'è la vita, la cucina?

D.S.: Vivo in una piccola città nel nord dell'Assia, vicino al confine con la Bassa Sassonia e la Turingia. La vita qui è molto tranquilla, proprio come piace a me.

La cucina tedesca non è così diversa da quella svizzera. Raramente usciamo per la cena, perché io e mia moglie amiamo cucinare, scegliendo prodotti sani e regionali.

swissinfo.ch: Cosa c'è di più attraente in Germania rispetto alla Svizzera?

D.S.: La Germania è più svariata a livello di arte e cultura. Vi sono molte offerte di formazione, che costano molto meno rispetto alla Svizzera. Inoltre, vi sono alcuni vantaggi dell'UE, come l'assenza di tariffe di roaming e di cambio quando si visitano altri paesi membri.

Due grandi differenze che mi vengono in mente sono l’approccio aperto e diretto dei tedeschi e la possibilità di guidare senza limiti di velocità sull'autostrada 😊.

Mann auf Tretboot

Escursione in barca sull'Edersee.

(zVg)

swissinfo.ch: Come vede la Svizzera da lontano?

D.S.: La Svizzera è diventata molto piccola da lontano, eppure è onnipresente nella mia vita. Seguo le notizie, i risultati sportivi, telefono con amici e familiari e sono membro di un club svizzero qui in Germania.

swissinfo.ch: A volte si sente estraneo o si è ben integrato?

D.S.: All'inizio non è stato facile, perché bisognava creare un nuovo ambiente. Inoltre, quando ci si trasferisce all'estero, si lasciano alle spalle anche la famiglia e gli amici. Questo non era e non è neppure facile oggi, in certi momenti.

Ma nel frattempo mi sento molto bene integrato. Attraverso il lavoro, l'università e le attività associative siamo stati in grado di stabilire contatti in tempi relativamente brevi.

Anche il contatto aperto e cordiale con la famiglia di mia moglie ha contribuito molto al successo del processo di integrazione.

Mann mit Jacke, Halstuch und Bart in einem Wald

David Schaffner durante una passeggiata invernale in Germania.

(zVg)

swissinfo.ch: Quali sono le differenze culturali più problematiche?

D.S.: Mi trovo molto bene con la gente e la cultura. Forse anche perché conosco mia moglie da più di otto anni e mi sono recato regolarmente in Germania prima del 2016. Inoltre, come sapete, noi svizzeri ci adattiamo facilmente.

swissinfo.ch: Cosa le piace di più della sua vita quotidiana all'estero?

D.S.: In Svizzera vivevo ancora con i miei genitori. Dato che il mio posto di lavoro, dopo la scuola reclute, si trovava solo a sette chilometri di distanza, non valeva la pena affittare un proprio appartamento.

Pertanto, qui mi piace avere il mio appartamento e gestire le mie cose da solo. Il lavoro è divertente e mi rallegro ogni settimana di partecipare alle prove del coro.

Mann in Schwimmweste am Ufer eines Flusses, dahinter ein Paddelboot

Viaggio in canoa sulla Werra.

(zVg)

swissinfo.ch: Partecipa alle elezioni e alle votazioni in Svizzera?

D.S.: Sì, partecipo alle elezioni e alle votazioni tramite il voto elettronico. Come cittadini svizzeri abbiamo il privilegio di avere voce in capitolo negli eventi politici in Svizzera. Ecco perché penso che sia importante di approfittarne.

Come svizzero residente all'estero, alcuni dei temi in votazione mi riguardano solo indirettamente. In tali casi, consulto prima delle persone direttamente interessate dal voto.

swissinfo.ch: Cosa le manca di più della Svizzera?

D.S.: Rivella, carne secca dei Grigioni e Osterflädli (torta di Pasqua).

Siete svizzeri residenti all’estero? Segnate le vostre foto su Instagram con #WeAreSwissAbroadLink esterno

Statistica degli svizzeri all'estero 2017
(swissinfo.ch)
Ritratti

Partecipate a rendere ancora più globale la Svizzera: taggate le vostre immagini Instagram con #WeAreSwissAbroad.

Una selezione di queste fotografie sarà presentata sulla nostra pagina Instagram

(swissinfo.ch)


Traduzione di Armando Mombelli, swissinfo.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

Come votano gli Svizzeri all'estero? Partecipa al sondaggio SSR !

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.