Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Clamorosa eliminazione di Roger Federer

Roger Federer (a destra) si complimenta con il vincitore Andy Murray

(Keystone)

Per la prima volta dall'agosto 2004, Roger Federer esce da un torneo ATP senza avere superato alcun turno.

Al rientro nelle competizioni dopo una pausa di cinque settimane, il basilese è stato sconfitto al primo turno del torneo di Dubai dallo scozzese Andy Murray per 7:6 (8:6), 3:6, 4:6.

È stato un brutto rientro, dopo l'Open d'Australia, quello di lunedì al torneo di Dubai per Roger Federer. Il ritorno alla competizione è infatti stato di brevissima durata per l'asso della racchetta.Il basilese ha dovuto affrontare subito l'avversario più temibile: Andy Murray, già vincitore di due tornei quest'anno, numero 11 della classifica ATP.

Il britannico è stato magistrale sul servizio: il ventenne non ha concesso la benché minima palla di break al suo avversario, guadagnando il 91% dei punti disputati con la sua prima palla.

Vincitore a stento del primo set, in seguito Federer non è riuscito ad innalzare il livello di gioco, contrariamente a quanto fa solitamente. Benché sabato scorso abbia dichiarato di sentirsi in grande forma, sul campo lunedì non è apparso in condizioni fisiche perfette.

Federer assente nei punti decisivi

L'uomo dai 12 titoli di Grande Slam avrebbe avuto la possibilità di rifarsi, ma ha sprecato le occasioni e ha accumulato errori imperdonabili. Al contrario. Murray ha mantenuto la concentrazione ed ha saputo imporsi approfittando degli sbagli dello svizzero.

"Roger rimane senza ombra di dubbio il miglior giocatore al mondo. Ma quel che è importante è di credere nelle proprie chance nel momento in cui lo si affronta. Riesco a migliorare il mio livello di gioco ad ogni nostro duello", ha commentato il giovane scozzese.

Ed effettivamente il rossocrociato, malgrado la nuova sconfitta, mantiene il primo posto della classifica mondiale. Anche se il secondo, Rafael Nadal dovesse conquistare il titolo sabato prossimo, lo svizzero avrebbe ancora 125 punti di vantaggio su di lui.

Rimboccarsi le maniche subito

Ma un duro lavoro attende ormai il basilese. Federer dovrà prepararsi bene per i Masters Series di Indian Wells e Miami, che disputerà prima di affrontare Pete Sampras il 10 marzo al Madison Square Garden.

"Giocavo sempre meglio durante gli allenamenti prima di questo torneo. Dò sempre il meglio di me stesso, ma è difficile fare più del massimo. Questa sconfitta mi consentirà di allenarmi di più, anche se avrei preferito giocare altre partite. Posso solo sperare che tutto vada per il meglio agli Indian Wells", ha commentato lo svizzero dopo la battuta d'arresto a Dubai.

swissinfo e agenzie

Ancora il numero uno al mondo

Nonostante la sensazionale sconfitta a Dubai e in Australia, Roger Federer resta in testa alla classifica mondiale ATP.

Nel 2007 Roger Federer ha vinto otto tornei: Australian Open, Dubai, Amburgo, Wimbledon, Cincinnati, US Open, Basilea e Shanghai.

In finale ha perso a quattro riprese: a Monte Carlo, a Parigi (Roland Garros), a Montreal e a Madrid.

Complessivamente, il tennista svizzero nato nel 1981 ha conquistato 53 titoli, imponendosi in 549 partite e perdendone 133.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×