Navigation

Skiplink navigation

Le 5 migliori start-up svizzere

Un bracciale per la fertilità, un drone sferico e una lampada a fibra ottica: sono alcuni dei progetti più innovativi realizzati in Svizzera, secondo il parere di cento esperti. Per la settima volta, l’istituto IFJ ha stilato la classifica delle cento migliori start-up elvetiche. swissinfo.ch vi presenta le cinque vincitrici.  

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 settembre 2017 - 15:29


1. Ava, fondata nel 2014, 45 impiegati

startup.ch

Start-up con sede a Zurigo e a San Francisco, Ava ha sviluppato un bracciale dotato di un sensore che permette a una donna di conoscere in tempo reale l’inizio del periodo fertile. L’Ava-Bracelet è stato lanciato ufficialmente sul mercato nel luglio 2016, inizialmente solo negli Stati Uniti. Il software è stato sviluppato a Belgrado, in Serbia. Oltre al controllo della fertilità, Ava vuole farsi un nome anche nel campo della contraccezione. Poiché chi può calcolare quando una donna è fertile, può anche supporre quando una donna non lo è.


2. L.E.S.S., fondata nel 2012, 12 impiegati


screenshot less-sa

L’azienda di Losanna ha sviluppato una nuova tecnologia di retroilluminazione basata sulla fibra ottica, che consuma meno energia rispetto alle classiche lampade LED utilizzate tra l’altro per computer e tablet. La start-up lavora già con diversi orologiai svizzeri: la fibra ottica, posta attorno all’obiettivo di un microscopio, facilita infatti l’ispezione delle piccole componenti degli orologi. Ora punta però anche a mettere un piede nel mercato automobilistico. La start-up aveva già ricevuto diversi premi nel 2015 e nel 2016.


3. Flyability, fondata nel 2014, 60 impiegati

startup.ch

Altra start-up vodese, Flyability costruisce droni circondati da una sfera protettiva brevettata, che permette di accedere anche ai siti più sensibili senza danneggiarsi o danneggiare l’ambiente circostante. La spin-off del Politecnico di Losanna (EPFL) permette anche di raccogliere dati durante i voli di ispezione, ad esempio all'interno di fabbriche o navi. Flyability era già stata selezionata nel 2015 quale terza miglior start-up svizzera.


4. Bexio, fondata nel 2014, 50 impiegati circa

screen shot bexio

La giovane azienda con sede a Rapperswil, in riva al lago di Zurigo, ha sviluppato un software aziendale per le piccole e medie imprese (PMI) interamente basato sul cloud. Sono circa 10'000 i clienti in Svizzera che utilizzano i prodotti di Bexio. La start-up ha inoltre elaborato una piattaforma online per la gestione dei salari.


5. Mindmaze, fondata nel 2011, 80 impiegati

startup.ch

La start-up losannese Mindmaze è entrata a far parte delle aziende tecnologiche valutate a più di un miliardo di dollari, secondo il sito The Economist. Questo da quando il gruppo indiano Hinduja ha investito per acquistare parte del capitale della società svizzera, che sfrutta la realtà virtuale a scopi terapeutici. Mindmaze ha realizzato diverse applicazioni, tra cui MindPlay, una tecnologia di riabilitazione a buon mercato per aiutare i pazienti colpiti da ictus e lesioni cerebrali a recuperare l’uso degli arti. Il prossimo obiettivo della start-up è quello di passare dalla tecnologia medica all’industria dei giochi e del divertimento.


La svizzera è spesso considerata tra i paesi più innovativi al mondo, nelle diverse classifiche pubblicate sul tema, come l’indice globale dell’innovazione 2017. Negli ultimi dieci anni, oltre 1,5 miliardi di capitale di rischio sono stati destinati a start-up svizzere.

End of insertion



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo