Nuova informazione sulle sette

Simbologia rituale dell'Ordine del Tempio Solare: all'interno della setta si è compiuto il dramma in cui hanno perso la vita 74 adepti Keystone

Ginevra reagisce al dramma dell'Ordine del Tempio Solare. Un centro d'informazione raccoglierà materiali e si occuperà di informazione sui nuovi movimenti spirituali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2001 - 15:37

La tragedia della setta dell'Ordine del Tempio Solare, che sei anni fa aveva provocato la morte di 74 persone, non rimarrà senza conseguenze nella Svizzera romanda. Un centro intercantonale d'informazione sulle credenze, al quale è associato anche il Ticino, aprirà i battenti in gennaio a Ginevra.

Primo obiettivo del centro: la prevenzione. Alla nuova struttura è stato affidato il compito d'informare «in modo neutrale» il pubblico sui vari movimenti e i pericoli connessi alle sette, spiega l'avvocato ginevrino François Bellanger, uno degli iniziatori del centro.

Lanciata all'indomani delle carneficine dell'OTS, l'istituzione di un centro sulle credenze è stata sostenuta dai cantoni di Ginevra, Vaud, Vallese e Ticino. Secondo Bellanger, non è escluso che altri cantoni aderiscano in un secondo tempo.

Il centro impiegherà in permanenza due persone. Sono incaricate di indagare sui movimenti a carattere religioso, spirituale o esoterico, di riunire le informazioni al loro riguardo e di trasmetterle al pubblico.

Il budget è volontariamente modesto (260'000 franchi all'anno): la struttura ginevrina potrebbe essere sostituita in futuro da un'infrastruttura a livello nazionale, che avrebbe quale conseguenza la scomparsa del centro intercantonale.

Le sette e i pericoli ch'esse comportano sono un fenomeno difficile da circoscrivere. Stando a Bellanger, la minaccia è diffusa. Nella sola Svizzera romanda sono repertoriati fra 150 e 180 movimenti, di cui una parte «pone problemi».

Oltre a partecipare alla creazione del centro, le autorità ginevrine hanno finanziato la pubblicazione, sotto forma di libro, di un inventario dei diritti della persona di fronte ai pericoli legati alle sette. Nelle prossime settimane a Ginevra sarà anche distribuito un prospetto rivolto specialmente ai giovani, che descrive i metodi di reclutamento e di funzionamento delle sette.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo