Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Piani per un centro islamico a Berna

A sinistra dei binari potrebbe sorgere il centro islamico

A Berna dovrebbe essere costruito uno dei più grandi centri di cultura islamica d'Europa. Il committente è Umma, la federazione delle associazioni musulmane della capitale elvetica.

Su una superficie di 23'000 metri quadrati dovrebbero sorgere un museo sull'Islam, una moschea, un centro dei congressi, uffici e un albergo a quattro stelle.

La capitale svizzera potrebbe presto ospitare uno dei più grandi centri musulmani d'Europa. A dare la notizia è stato il settimanale domenicale «SonntagsZeitung».

Interpellato dall'agenzia Ats, il portavoce di Umma Farhad Afshar ha affermato che l'idea centrale del progetto è la «prospettiva per un dialogo differenziato con l'Islam». Il centro potrebbe sorgere nella parte settentrionale di Berna, nell'area dell'ex macello.

Il piano prevede la realizzazione di un centro rappresentativo, del costo di 60-80 milioni di franchi, ha detto Afshar. Un concorso internazionale dovrebbe permettere di coinvolgere nomi prestigiosi dell'architettura in tutto il mondo.

Come il museo Klee

Afshar spera che il nuovo centro diventi un polo di attrazione analogo al Museo Paul Klee di Berna, progettato dall'architetto italiano Renzo Piano. Il centro islamico dovrebbe portare il nome del filosofo persiano Avicenna, vissuto attorno all'anno 1000.

Il modello di gestione economica previsto è paragonabile a quello della Casa delle religioni, che pure dovrebbe sorgere a Berna: un utilizzo commerciale di una parte dell'edificio servirà a finanziare le attività culturali e religiose.

I musulmani bernesi sono del resto coinvolti anche nel progetto di Casa delle religioni, che unirà sotto uno stesso tetto sei grandi religioni (cristianesimo, islam, giudaismo, buddismo, induismo e bahaismo), con l'intento di favorire il dialogo.

Area di sviluppo bernese

Per il momento sono in corso di realizzazione una bozza di progetto e un piano di gestione, per poter discutere del centro Avicenna con le autorità cittadine e con gli investitori.

L'area dell'ex macello presso la linea ferroviaria Berna-Zurigo appartiene alla città di Berna ed è parte del polo di sviluppo «Wankdorf City».

Anche altri interessati hanno elaborato dei progetti per questa area. In estate le autorità cittadine decideranno come procedere.

swissinfo e agenzie

In breve

Nel mondo vivono 1,3 miliardi di persone che professano la religione musulmana.

In Svizzera oltre tre quarti della popolazione appartengono ad una confessione cristiana.

Con 310'000 fedeli (4,3% della popolazione), l'Islam è la seconda più grande religione del paese.

80% dei musulmani in Svizzera hanno una nazionalità straniera. La maggioranza di loro proviene dall'ex Jugoslavia e dalla Turchia.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.