Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Pioggia di soldi per le casse statali

Le maggiori entrate finanziarie dovrebbero permettere di ridurre il debito statale, pari a 130 miliardi di franchi

(Ex-press)

L'alta congiuntura sta avendo effetti benefici anche per le casse della Confederazione. Grazie ad un forte aumento delle entrate fiscali, il Dipartimento federale delle finanze prevede un'eccedenza di 3,8 miliardi di franchi per il 2007.

Le nuove stime superano di 400 milioni di franchi i pronostici avanzati in giugno. L'anno scorso le casse statali avevano già registrato un saldo attivo pari a 2,5 miliardi.

Le entrate della Confederazione saranno verosimilmente di gran lunga superiori ai valori preventivati all'inizio dell'anno e perfino migliori alle stime avanzate nel giugno scorso.

In base ai nuovi dati forniti mercoledì dal Dipartimento federale delle finanze (DFF), l'eccedenza ordinaria del conto di finanziamento 2007 dovrebbe raggiungere 3,8 miliardi di franchi.

I conti della Confederazione dovrebbero quindi chiudere per il secondo anno di seguito con un saldo attivo, dopo 5 disavanzi consecutivi, tra il 2001 e il 2005, che hanno contribuito a far aumentare a 130 miliardi di franchi il debito accumulato dallo Stato.

Congiuntura favorevole

Questo sensibile aumento degli introiti è dovuto essenzialmente al persistente buon andamento economico, che si ripercuote soprattutto in entrate più elevate in ambito di imposta preventiva, imposta federale diretta e IVA.

Per quanto concerne l'imposta federale diretta e l'IVA, le due principali entrate fiscali della Confederazione, è previsto un maggiore afflusso finanziario di oltre mezzo miliardo di franchi.

Tenendo conto dell'attuale dinamica del commercio esterno, si può contare su un aumento degli introiti anche nell'ambito dei dazi d'importazione e dell'imposta sugli autoveicoli.

Per quanto riguarda l'imposta preventiva, notoriamente volatile, le incertezze legate alle previsioni sono sempre grandi. In base all'andamento attuale bisogna attendersi maggiori entrate superiori al miliardo di franchi. Non è però ancora nota l'entità dei rimborsi per il quarto trimestre.

Per contro, le entrate provenienti dalla tassa di bollo saranno probabilmente di alcune centinaia di milioni di franchi inferiori ai valori preventivati. Imposta preventiva e tasse di bollo sono difficili da stimare in quanto dipendono sia dalla crescita economica che dall'andamento dei mercati finanziari e dei capitali.

Entrata straordinaria

Durante l'anno in corso, nelle casse statali sono affluiti inoltre circa 750 milioni di franchi provenienti dalla vendita di azioni Swisscom.

Quest'anno la Confederazione ha venduto un pacchetto di oltre 1,5 milioni di titoli dell'operatore telefonico ad un corso medio di 473.30 franchi. A fine settembre 2007, la Confederazione disponeva ancora di 29 milioni di azioni Swisscom. La partecipazione statale è quindi passata dal 54,8% a fine 2006 al 52,0%.

Questa diminuzione corrisponde all'intenzione della Confederazione di ridurre la sua partecipazione a medio termine e secondo le condizioni di mercato, fino a raggiungere il 50 per cento più 1 azione.

Le entrate straordinarie provenienti da questa vendita saranno impiegate per ridurre il debito. Secondo le disposizioni del freno all'indebitamento, le entrate straordinarie non possono essere utilizzate per finanziare le uscite della Confederazione.

Tagli forse ridotti

Le prospettive finanziarie positive dovrebbero permettere alla Confederazione di ridurre i sacrifici previsti per stabilizzare le spese statali entro il 2015.

Non intendiamo assolutamente rinunciare ai programmi di risparmi, ha sottolineato il ministro delle finanze Hans-Rudolf Merz. Ma probabilmente non saranno effettuati tagli pari a 8 miliardi di franchi, come previsto negli ultimi tempi.

Secondo il consigliere federale, la crescita delle spese in alcuni ambiti della previdenza sociale, a cominciare dall'assicurazione invalidità, è stata finora sovrastimata. Nuovi calcoli sono attualmente in fase di elaborazione.

swissinfo e agenzie

Conti dello Stato

2007: eccedenza prevista di 3,8 miliardi di franchi

2006: eccedenza di 2,5 miliardi (entrate 54,9 miliardi, uscite 52,4)

2005: deficit di 120 milioni (entrate 51,28 miliardi, uscite 51,4)

2004: deficit di 1,66 miliardi

2003: deficit 2,8 miliardi

2002: deficit 3,3 miliardi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×