Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Poche partenze dalla Svizzera per Roma

Centinaia di migliaia di fedeli affollano già in questi giorni Piazza San Pietro

(Keystone)

I funerali di Giovanni Paolo II, che si terranno venerdì, non hanno spinto finora gli svizzeri a prendere d'assalto le agenzie di viaggi.

Mentre 2 milioni di persone sono attese in questi giorni a Roma, in Svizzera soltanto le FFS hanno previsto finora servizi speciali.

Una folla senza precedenti è attesa in questi giorni nella capitale italiana e al Vaticano in occasione dei funerali di Giovanni Paolo II, spentosi nella notte di sabato scorso.

Alle esequie del Pontefice dovrebbero partecipare venerdì prossimo fino a 2 milioni di persone, tra cui anche numerosi capi di Stato e di governo.

Circa mezzo milione di persone al giorno visitano intanto la Basilica di San Pietro per rendere l'ultimo omaggio al Papa, la cui salma resterà esposta fino a giovedì sera.

Da parte svizzera non si registra invece, almeno finora, una ressa particolare da parte di fedeli che desiderano assistere ai funerali.

Treno speciale

Solo le Ferrovie Federali Svizzere hanno previsto, almeno per il momento, di aumentare le capacità di trasporto.

Uno convoglio speciale, con 1'060 posti a sedere, verrà messo in servizio, a destinazione di Roma, nella notte tra giovedì e venerdì.

Il treno partirà alle 18.45 da Zurigo e farà tappa ad Aarau, Berna, Thun, Spiez e Briga, prima di raggiungere l'Italia. Il ritorno da Roma è fissato per le 22.00 di venerdì sera.

Pochi pullman supplementari

Da parte loro, gli autotrasportatori non hanno ricevuto finora molte richieste da parte dei fedeli. L'agenzia Eurobus ha già annunciato che rinuncerà ad un'offerta speciale, in seguito alla debole domanda.

Anche le altre società della Svizzera tedesca non hanno organizzato per il momento viaggi supplementari per Roma.

Solo nella Svizzera francese e italiana alcune cerchie di fedeli hanno già prenotato dei pullman.

Nei cantoni di Friburgo e Neuchâtel, alcuni organizzatori sono stati però costretti a disdire le loro prenotazioni, non avendo trovato disponibilità per i pernottamenti a Roma.

Traffico aereo normale

Anche Swiss non ha registrato finora un numero straordinario di prenotazioni per la capitale italiana.

Attualmente la compagnia aerea propone già otto voli quotidiani verso Roma, dagli aeroporti di Kloten, Ginevra e Basilea.

Stesso discorso presso Helvetic: la compagnia elvetica a prezzi ridotti ha indicato che le richieste non superano la regola.

In diversi altri paesi sono invece già previsti voli speciali. Per garantire la sicurezza, in vista del numero eccezionale di arrivi e partenze da Fiumicino, le autorità italiane hanno annunciato di voler far atterrare agli aeroporti di Napoli e Pescara almeno un'ottantina di velivoli charter.

Pochi letti disponibili

Situazione tranquilla anche presso le principali agenzie di viaggi. Kuoni, Hotelplan e TUI Suisse non hanno rilevato un aumento particolare delle prenotazioni.

Secondo quanto indicato da Hotelplan, durante il periodo di Pasqua si registra ogni anno un interesse piuttosto alto per vacanze a Roma da parte della clientela svizzera.

Quest'anno non fa eccezione, anzi il numero delle richieste è stato sensibilmente superiore a quello dell'anno scorso.

Secondo Eve Baumann, portavoce di Kuoni, la prospettiva di dover pernottare al di fuori di Roma deve però aver spinto molte persone a rinunciare ad un viaggio in questi giorni.

Moltissimi svizzeri si accontenteranno quindi di assistere, da casa, al funerale trasmesso dalle televisioni nazionali. In alcune città, come a Friburgo, sono previste trasmissioni su grande schermo per i fedeli.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Giovanni Paolo II si è spento sabato scorso alle 21.37.
Il Papa aveva visitato la Svizzera nel 1982, 1984 e 2004.
In Svizzera, il 41,8% della popolazione è di religione cattolica.
Un centinaio di guardie svizzere sono responsabili della sicurezza in Vaticano.

Fine della finestrella

In breve

Circa 2 milioni di fedeli assisteranno probabilmente ai funerali di Giovanni Paolo II al Vaticano.

Tra di loro anche 200 capi di Stato e di governo.

Per la Svizzera sarà presente il Presidente della Confederazione Samuel Schmid.

Per far fronte all'eccezionale afflusso di persone, le autorità di Roma hanno previsto tende e campi speciali per il pernottamento.

Migliaia di agenti di polizia verranno inoltre dispiegati per garantire la sicurezza.

Fine della finestrella


Link

×