Navigation

Attenti al lupo

Il lupo ha fatto ritorno in Svizzera dopo essere stato assente per oltre un secolo. Non tutti però ne sono contenti e le ragioni degli allevatori, preoccupati per il loro bestiame, si scontrano con quelle degli ambientalisti. Una soluzione per proteggere pecore e capre sono i cani da pastore.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2012 - 16:46
Fabian Stamm, swissinfo.ch

Fabian Stamm ha incontrato Walter Hildbrand, un pioniere in materia, che su mandato dell’Ufficio federale dell’ambiente ha creato in Vallese un centro di protezione delle greggi. Qui, al posto del fucile, sono dei maremmani abruzzesi a tenere il lupo alla larga.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.