Navigation

Influenza porcina: situazione stabile in Svizzera

Negli ultimi giorni, la situazione è rimasta stabile sul territorio svizzero per quanto riguarda l'epidemia di influenza porcina che ha toccato finora una ventina di paesi. Le autorità sanitarie elvetiche hanno rilevato finora un solo caso positivo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2009 - 17:30

In Svizzera sono stati annunciati finora 52 casi sospetti di influenza A/H1N1. Tra questi, i falsi allarmi sono stati 24, mentre per gli altri 27 sono ancora in corso accertamenti, ha precisato domenica durante una conferenza stampa a Berna Thomas Zeltner, direttore dell'Ufficio federale della sanità (UFS).

La situazione può quindi essere definita stabile, ma non è comunque il caso di levare l'allarme, ha affermato il Thomas Zeltner. Il virus, probabilmente meno pericoloso di quanto si temeva una settimana fa, si trasmette in modo relativamente facile da persona a persona.

È intanto già guarito l'unico svizzero che ha contratto finora il virus, durante un viaggio in Messico. Il 19enne è stato dimesso domenica dall'ospedale di Baden, nel canton Argovia. Su ordine del medico cantonale argoviese, sono stati invece posti in quarantena i sette membri del municipio di Aarau. La misura è stata decisa per il fatto che uno dei rappresentanti dell'esecutivo cittadino – Michael Ganz – aveva viaggiato la settimana scorsa, da Philadelphia a Zurigo, sullo stesso aereo in cui aveva preso posto anche il giovane ammalatosi di influenza porcina.

L'UFS ha pure invitato nuovamente la popolazione a rispettare anche in futuro alcune regole fondamentali d'igiene e di comportamento. Per informazioni dettagliate, le autorità sanitarie raccomandano di consultare la pagina internet www.pandemia.ch. In collaborazione con la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), l'UFS ha preparato anche un manuale per le imprese e le amministrazioni.

swissinfo e agenzie

swissinfo.ch

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?