Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Superata la soglia dei 100'000 senza lavoro

È dall'aprile del 1999 che non si registrava più un numero così alto di disoccupati in Svizzera

Secondo il Segretariato di stato dell'economia (seco) un'inversione di tendenza è attesa soltanto per la primavera dell'anno prossimo.

Il numero delle persone senza lavoro continua a salire di mese in mese e ha nuovamente superato la soglia psicologica di 100'000 unità. In base ai dati comunicati venerdì dal seco, in settembre vi erano 101'889 persone disoccupate.

La quota dei disoccupati ha cosiì raggiunto il 2,8 % della popolazione attiva, con un aumento dello 0,1 % rispetto ad agosto (+ 5'527 persone). In Ticino, i senza lavoro a settembre erano 4'918 (+ 75), raggiungendo quota 3,5 %.

La quota più alta è stata registrata nel canton Ginevra con il 5,6 %, mentre le più basse sono quelle di Appenzello Interno e Uri con lo 0,8 % ciascuno.

Alla fine di settembre erano annunciate presso gli Uffici regionali di collocamento 151'503 persone in cerca d'impiego, (+ 6'303) rispetto ad agosto.

Impennata nei mesi invernali

Secondo Jean-Luc Nordmann, direttore della sezione del lavoro del seco, nei prossimi mesi bisognerà attendere un aumento considerevole del numero dei disoccupati, che potrebbe raggiungere le 130'000 unità. Una progressione dovuta sia a fattori congiunturali che stagionali.

Un'inversione di tendenza dovrebbe aver luogo soltanto nel mesi di marzo del 2003. Questa prima diminuzione sarà legata più che altro a fattori stagionali e si dovrà attendere almeno la metà dell'anno prossimo prima di poter assistere ad un calo attribuibile ad un miglioramento congiunturale.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×