Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Svizzera sempre più attraente per i cittadini europei

(Keystone)

La Svizzera conta sempre più abitanti provenienti dai paesi dell'Unione europea e dell'Associazione europea di libero scambio. Alla fine di agosto erano 898'484, il 2,4% in più dell'anno precedente.

L'Ufficio federale della migrazione evidenzia invece una tendenza opposta per i cittadini di Stati non europei.

Alla fine di agosto, gli stranieri nella Confederazione erano 1'519'878, ovvero il 20,4% della popolazione. Si tratta di un leggero aumento (+0,1%) rispetto allo stesso periodo del 2005.

Le cifre presentate martedì dall'Ufficio federale della migrazione (UFM) evidenziano che l'incremento più marcato è stato osservato tra gli abitanti provenienti dai 25 Stati membri dell'Unione europea (Ue) e dall'Associazione europea di libero scambio (che oltre alla Svizzera comprende Islanda, Liechtenstein e Norvegia). A fine agosto erano in totale 898'484, il 2,4% in più dell'anno precedente.

Nello stesso periodo, le persone originarie di paesi extraeuropei che vivevano in Svizzera hanno al contrario registrato un calo dello 0,8%. Il loro numero è sceso a 621'394.

Più tedeschi e portoghesi

Secondo l'UFM - che tiene conto di tutti coloro che detengono un permesso di domicilio, di dimora o di breve durata - questa evoluzione della popolazione straniera in Svizzera deriva dagli effetti dell'accordo bilaterale con l'Ue sulla libera circolazione delle persone.

L'aumento maggiore riguarda i cittadini tedeschi, cresciuti di 14'603 unità, seguiti dai portoghesi (+7'126) e dai francesi (+2'493).

L'UFM ha invece registrato una regressione di persone provenienti da Serbia e Montenegro, diminuite di 4'563 unità, dall'Italia (-3'938), dalla Spagna (-2'983), dalla Bosnia ed Erzegovina (-1'787) e dallo Sri Lanka (-1'344).

Accordi bilaterali

Gli accordi bilaterali I e II regolamentano le relazioni tra Svizzera ed Unione Europea in diversi settori. L'UE è il partner economico, culturale ...

Italiani i più numerosi

Il gruppo più consistente di cittadini stranieri nella Confederazione è ancora costituito dagli italiani, che alla fine di agosto erano 293'442.

Seguono i cittadini di Serbia e Montenegro (193'744), del Portogallo (172'111) e della Germania (166'146). I francesi sono dal canto loro un po' più di 70'000.

L'UFM segnala infine che fra il settembre del 2005 e l'agosto del 2006 sono entrate in Svizzera 101'398 persone, circa 10'000 in più rispetto all'anno precedente. 51'911 persone (+ 2'300) hanno invece lasciato il paese.

Da notare che le cifre fornite dall'UFM differiscono leggermente da quelle dell'Ufficio federale di statistica, il quale considera pure i funzionari internazionali, i diplomatici e i loro familiari.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Le dieci nazionalità più numerose in Svizzera alla fine di agosto 2006:

Italia: 293'442 (19,3% della popolazione straniera)
Serbia e Montenegro: 193'744 (12,7%)
Portogallo: 172'111 (11,3%)
Germania: 166'146 (10,9%)
Turchia: 74'647 (4,9%)
Francia: 70'278 (4,6%)
Spagna: 69'299 (4,6%)
Macedonia: 60'668 (4%)
Bosnia-Erzegovina: 42'325 (2,8%)
Croazia: 39'752 (2,6%)
Altre: 337'466 (22,3%)

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×