Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Festival di Locarno


Il Pardo torna a ruggire


Pantera nera e leopardo maculato sul tappeto rosso di Locarno ()

Pantera nera e leopardo maculato sul tappeto rosso di Locarno

Locarno ospita dal 1° all'11 agosto la 65esima edizione del Festival del film, che quest'anno vede la presenza di ospiti illustri come Charlotte Rampling, Alain Delon e Gabriel García Bernal. La Svizzera è rappresentata con due documentari in concorso e altri tre film sulla Piazza Grande.

Il festival propone quasi trecento film provenienti da più di cinquanta paesi diversi. Oltre alla retrospettiva consacrata al regista hollywoodiano di origine europea Otto Preminger (1905 -1986), a Locarno fa la sua apparizione una nuova sezione dedicata alla storia del cinema, che rende omaggio a personalità come Ornella Muti, Dino Risi e Harry Belafonte.

In lizza per il Pardo d'oro vi sono 19 lungometraggi, tra cui due documentari svizzeri. "Image Problem", opera prima di Simon Baumann e Andreas Pfiffner, è un film satirico sulla Svizzera e i suoi cliché, ma soprattutto sull'immagine che viene veicolata all'estero. "The end of time", di Peter Mettler, è invece un documentario poetico sul concetto del tempo.

Sulla Piazza Grande verranno proiettati, tra l'altro, l'ultimo film di Steven Soderbergh, "Magic Mike" e "Ruby Sparks" della coppia Jonathan Dayton-Valerie Faris (nota per "Little Miss Sunshine" del 2006). C'è grande attesa inoltre per i tre film svizzeri selezionati da Olivier Père. Markus Imhoof torna a Locarno con un documentario sulla vita delle api e l'evoluzione dell'ecosistema, "More Than Honey", mentre Christophe Schaub presenta il lungometraggio "Nachtlärm". Quanto a Michael Steiner – dopo il successo di "Sennentuntschi"  - presenta un thriller ambientato in Tailandia  ("Das Missen Massaker") con protagoniste le reginette di bellezza svizzere.

In attesa dell'inizio del festival, domenica la Piazza Grande ha reso omaggio ad Alfred Hitchcock con la proiezione di uno dei suoi film più celebri,  "La finestra sul cortile".

swissinfo.ch



Link

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×