Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Centro svizzero di calcolo scientifico Otto milioni di miliardi di operazioni in un secondo

Venticinque anni fa apriva a Manno, in Ticino, il Centro svizzero di calcolo scientifico. L’istituto di ricerca ospita il supercomputer più potente d'Europa.

Il primo supercalcolatore al CSCSLink esterno, nel 1991, aveva una potenza di quasi 10 volte inferiore a quella degli attuali smartphone. Oggi, la macchina più potente produce 8 milioni di miliardi di operazioni al secondo.

Queste operazioni sono utili a ricercatori che possono effettuare delle simulazioni, come ricreare su computer la Terra per studiare i terremoti, o fare delle previsioni su fenomeni meteorologici.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch, tvsvizzera.it, RSI (TG del 19.10.2016)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×