Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Giochi olimpici


Dopo Federer anche Wawrinka rinuncia a Rio




Federer e Wawrinka esultano dopo la loro vittoria nella finale del doppio ai Giochi olimpici di Pechino del 2008. (Keystone)

Federer e Wawrinka esultano dopo la loro vittoria nella finale del doppio ai Giochi olimpici di Pechino del 2008.

(Keystone)

Sono crollati in pochi giorni i sogni di gloria della squadra svizzera di tennis, sulla quale si riponevano molte speranze di medaglie ai Giochi olimpici estivi del 2016. Dopo le rinunce di Roger Federer e Belinda Bencic, anche Stan Wawrinka è stato costretto a gettare la spugna. 

Il vodese ha subito una lesione alla schiena al Masters 1000 di Toronto, durante il quale ha percepito dei dolori, peggiorati nel corso dei giorni seguenti. Il numero 4 del mondo della classifica ATP è tornato in Svizzera per sottoporsi a una risonanza magnetica. In base agli esami i medici gli hanno consigliato di prendersi una pausa di riposo per rimettere in sesto la schiena. 

"Sono molto triste, ci tenevo tantissimo ad andare a Rio: dopo le esperienze di Pechino e Londra, avrei voluto vivere questi Giochi in Brasile. Sfortunatamente questo non sarà possibile. Auguro buona fortuna a tutti gli atleti del mio paese che andranno a Rio: li sosterrò a distanza ", ha dichiarato Wawrinka in un comunicato pubblicato da Swiss Tennis, la federazione svizzera di tennis. 

Pausa forzata anche per Federer 

Appena la settimana scorsa anche Roger Federer aveva annunciato la sua decisione di non partecipare ai Giochi a causa di problemi al ginocchio sinistro, già operato quest'anno. Per evitare di mettere a rischio la sua carriera, il basilese si fermerà per tutta la stagione e tornerà in campo solo all'inizio del 2017. Attualmente figura al terzo rango della classifica ATP. 

"Dopo aver consultato il mio staff medico ho preso la decisione, molto difficile per me, di chiudere in anticipo la mia stagione 2016. Ho bisogno di una maggiore riabilitazione dopo l'intervento ad un ginocchio al quale mi sono sottoposto a inizio febbraio. Ho intenzione di continuare a giocare per un altro paio d'anni e quindi devo dare al mio corpo il tempo necessario per guarire completamente", ha fatto sapere Federer sulla sua pagina Facebook. 

Da notare che, con le defezioni di Federer e Wawrinka, ben cinque rappresentanti del top ten Atp hanno deciso di rinunciare ai Giochi brasiliani. Nelle ultime settimane anche il ceco Thomas Berdych, il canadese Milos Raonic e l'austriaco Dominic Thiem hanno fatto sapere di non voler o poter difendere i colori del loro paese alle Olimpiadi estive del 2016. 

Speranza Hingis 

Sempre la settimana scorsa, la squadra svizzera si è vista privata anche del talento di Belinda Bencic. Già confrontata durante questa stagione a problemi di schiena, la 19enne sangallese ha annunciato di non essersi ancora ristabilita dall'infortunio a un polso subito a Wimbledon alla fine di giugno. “Sono in ritardo sui miei piani di allenamento e non sono ancora pronta per scendere in campo ai Giochi", ha spiegato la numero 16 della classifica WTA sulla sua pagina Facebook. Oltre al torneo singolare, Belinda Bencic intendeva disputare il torneo di doppio insieme a Martina Hingis. 

Quest’ultima, che ha perso anche il compagno di misto, Federer, sarà per finire spalleggiata da Timea Bacsinszky nel torneo femminile di doppio. Le due "superstiti" rappresentano l’ultima speranza di medaglie nel tennis per i colori rossocrociati a Rio. Ritornata in modo trionfale alle competizioni nel doppio pochi anni fa, Martina Hingis si è aggiudicata negli ultimi due anni diversi tornei WTA assieme all’indiana Sania Mirza, tra cui anche Wimbledon e l’US Open nel 2015 e l’Australian Open nel 2016. 

La squadra svizzera avrebbe dovuto partecipare a tutti e cinque i tornei in programma a questa edizione dei Giochi olimpici: due singolari maschili e due femminili, un doppio maschile e due femminili e un doppio misto. Ora si ritrova a prendere parte a soltanto due competizioni con le due tenniste rimaste: Timea Bacsinszky in singolare e in doppio con Martina Hingis.

swissinfo.ch

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×