Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Vista dall'alto L'occhio divino sulla Svizzera

La Svizzera, vista dall'alto, apre nuove prospettive. Le fotografie aeree sono "strumenti di riflessione", come le chiamava il fotografo svizzero di fama internazionale Georg Gerster. "Dall'alto, si vede non solo ciò che è, ma anche ciò che potrebbe essere - l'inventario delle nostre chance".

L'assenza di gravità, con cui la telecamera galleggia sulle cime gialle degli alberi e la strada tortuosa sottostante, ci viene trasmessa. Questo crea una sensazione di eleganza e sublimità. La vista dall'alto ci fa sentire un po' della libertà che associamo al volo.

L'occhio che fluttua sopra di noi non solo ha la capacità di visualizzare sulla superficie terrestre forme geometriche astratte che possono essere viste solo da lontano, ma ha anche abbandonato le distrazioni e gli obblighi della vita sulla Terra e si è lasciato alle spalle le leggi di gravità.

Studiosi all'inizio del XX secolo credevano che la "forma" dello spazio vitale resa visibile dalle fotografie aeree fosse effettivamente la chiave per comprendere le norme culturali, i valori e i modi di produzione delle società che hanno prodotto queste forme. A quel tempo, dopo un'elaborata progettazione con pesanti apparecchiature fotografiche in un cestino, si usava un pallone a gas per salire. Lo svizzero Eduard Spelterini è stato uno dei pionieri della fotografia aerea.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Sondaggio

Elezioni federali 2019

Elezioni federali 2019

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.