Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Al via il Gurten Festival

Anche quest'anno il Festival bernese prevede il tutto esaurito (www.gurtenfestival.ch)

Grandi nomi come «Oasis» e «Jovanotti» lasciano sperare un gran successo agli organizzatori della 19esima edizione del Festival del Gurten, al via venerdì.

Venerdì sera sale sul palco principale la prima grande attrazione del festival bernese, la malfamata band britpop «Oasis». I fratelli Gallagher, noti per i loro litigi e la sospensione di concerti, presenteranno oltre ai vecchi brani il loro nuovo album «Heathen Chemistry».

Sabato sera tocca al gruppo punkrock tedesco «Toten Hosen». I concerti di nuove scoperte come l'italiano Tiziano Ferro e la cantante inglese Beverly Knight rappresenteranno altri momenti culminanti. Anche la domenica promette bene: sul palco salirà Jovanotti, nonché Chaka Khan e le Sister Sledge, che richiameranno alla mente dei meno giovani vecchi ricordi.

Spettatori dall'estero

Proprio la presenza di gruppi noti attira di anno in anno anche un certo numero di spettatori dall'estero: "Abbiamo 15 mila spettatori al giorno e tra questi 400 o 500 dal Nord Italia, che quest'anno vengono specialmente per Jovanotti e Tiziano Ferro" spiega a swissinfo il portavoce Matthias Kuratli. Lo stesso numero di turisti del rock dovrebbero arrivare per quest'edizione dalla Germania, fan di Toten Hosen.

Molti i giornalisti tedeschi che si sono annunciati, addirittura da Amburgo, nel nord del Paese. L'interesse della stampa italiana per il festival bernese è invece nullo. Dagli Stati Uniti, cinque giornalisti si sono accreditati da Los Angeles, qualcuno anche dall'Austria e perfino dall'Africa centrale!

Le scoperte

Oltre ai grandi nomi ci saranno perle esotiche (e non) da scoprire, come il gruppo losannese Favez - praticamente sconosciuto nella Svizzera tedesca e italiana, ma già famoso in Francia - o la brasiliana Bebel Gilberto, figlia del padre del bossa nova João Gilberto.

Dalla Macedonia Esma Redzepova porterà a Berna musiche gitane, dal Messico il gruppo «Los de abajo» un mix di salsa, cumbia, reggae e ska. Quest'ultimo stile, originario della Jamaica, sarà rappresentato anche dagli svizzeri «Skaladdin», dagli spagnoli «Ska- P» - già presenti l'anno scorso - e dagli italiani «Roy Paci & Aretuska».

Non mancheranno noti artisti di casa, come le band leggendarie «Stiller Has», «Patent Ochsner» e «Züri West». I biglietti per la giornata di sabato sono già tutti venduti. Gli organizzatori si aspettano un festival con il tutto esaurito.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.