La libertà di espressione non è in vendita

I ginevrini hanno approfittato di questa iniziativa per liberare la loro creatività. Keystone

Iniziativa originale a Ginevra: dall’inizio dell’anno sono apparsi in tutta la città cartelloni pubblicitari bianchi. Gli abitanti sono liberi di esprimersi, dando sfogo alla loro immaginazione e alla loro creatività. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 gennaio 2017 - 15:58
swissinfo.ch/am

Opere artistiche, disegni di bambini, scarabocchi, auguri per il nuovo anno: i 3000 cartelloni pubblicitari bianchi sparsi per Ginevra hanno ispirato i cittadini, che hanno approfittato di questo spazio gratuito per mostrare la loro passione creativa, ma anche per trasmettere messaggi, lanciare nuove proposte o far valere rivendicazioni politiche. 

L’iniziativa è stata lanciata da un’agenzia pubblicitaria, che ha perso da quest’anno la concessione per l’uso dei cartelloni pubblicitari. Qui di seguito vi proponiamo una selezione di alcune opere particolarmente originali. 

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo