Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Dietro le quinte del Lauberhorn

Tra i compiti degli organizzatori c'è anche quello di garantire la sicurezza degli atleti

(swissinfo.ch)

A Wengen, nell'Oberland bernese, fervono i preparativi per la discesa del Lauberhorn, una delle gare più spettacolari della Coppa del mondo di sci.

Wengen, che questa fine di settimana ospita la 72° edizione delle gare del Lauberhorn, è pronta a dare il benvenuto all'élite mondiale dello sci maschile. Ma se da una parte i protagonisti saranno i "big" dello sci mondiale maschile, dall'altra vi è uno "sciame" di persone che si mette a disposizione dell'organizzazione, per garantire l'ottimo svolgimento dell'evento.

A capo di questo vero e proprio esercito di volontari vi è Roland Marty, impiegato alla stazione di Wengen, che si occupa del reclutamento e dell'istruzione del personale. Sono giorni frenetici questi per Marty, personaggio simpatico e conosciuto da tutti a Wengen, perché i collaboratori arrivano alla spicciolata.

Splende il sole sull"Oberland bernese e anche quest'anno vi è una lista d'attesa per entrare a far parte del team organizzativo: "Quest'anno - dice Roland Marty - possiamo avvalerci di 320 collaboratori che saranno presenti sulle piste. Vari i compiti: dai cosiddetti scivolatori (coloro che lisciano le piste) agli addetti ai controlli delle singole porte fino alle cassiere. Annualmente vi è un ricambio di personale, ma siamo molto fieri e soddisfatti di comunicare che abbiamo un indirizzario con oltre 750 nomi di persone disposte a darci una mano".

Qual è l'identikit del collaboratore per una gara importante e ricca di tradizione come quella del Lauberhorn? Da dove provengono queste persone? "Vi è un ampio ventaglio di progfessioni: dal medico all'architetto, dal contadino all'impiegato statale. E anche per l'età non vi sono limiti: possiamo contare su giovani quattordicenni, ma anche su arzilli e brillanti settantenni. La provenienza? Da ogni angolo della Svizzera: Basilea, Vallese, Grigioni, ma nessuno dal Ticino".

Inutile aggiungere che si tratta di personale volontario, che non riceve un soldo, ma può gustarsi la gara "live". "L'unica cosa che possiamo fornire è un contributo di 25 franchi, a quei collaboratori che rimangono a dormire a Wengen".

La discesa del Lauberhorn, organizzata dal 1930, è - assieme a Kitzbühl - una delle più caratteristiche e difficili dell'intero Circo Bianco. Oltre quattro chilometri di lunghezza, con un dislivello di oltre mille metri, quella del Lauberhorn è una discesa classica, fatta di salti ad alta velocità e pendenze mozzafiato. In questi giorni a Wengen, paese di 1200 abitanti, si respira aria di grande sci, frammista all'odore degli ormai leggendari "bratwurst" bernesi.

Filippo Frizzi


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera