Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Immagini storiche svizzere Annemarie Schwarzenbach in viaggio verso Oriente

Giugno 1939. Alla vigilia dello scoppio della Seconda guerra mondiale, una vecchia Ford lascia la Svizzera diretta in Afghanistan. A bordo, due donne: la scrittrice Ella Maillard e la giornalista Annemarie Schwarzenbach.

Indebolita dalla morfina, della quale è ormai dipendente, la giornalista e fotografa Annemarie Schwarzenbach si sta curando nella sua casa a Sils, villaggio ai piedi delle Alpi grigionesi. È qui che prende forma il sogno di un viaggio in Oriente, in compagnia dell’amica e scrittrice ginevrina Ella Maillard.

Nell’estate del 1939 le due pioniere svizzere partono per un viaggio memorabile, lasciandosi alle spalle un’Europa in preda al fascismo e al nazismo. Al volante di una Ford, attraversano i Balcani, dirette in Iran e in Afghanistan, per poi scendere fino in India.

La relazione tra le due donne si sgretola però sotto il peso della morfina, dalla quale Schwarzenbach non riesce a staccarsi. Nell'ottobre del 1939, le loro strade si dividono: se Ella resta in India in attesa della fine della guerra, Annemarie parte alla volta dell’Eritrea, allora colonia italiana.

Rientrata in Svizzera nel gennaio del 1940, Annemarie Schwarzenbach muore due anni dopo in seguito a una caduta in bicicletta a Sils. 75 anni dopo la sua scomparsa, l'Archivio svizzero di letteratura pubblica online oltre 3'000 fotografie scattate dalla scrittrice e fotografa durante i suoi numerosi viaggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Sondaggio

Electioni 2019 e la Quinta Svizzera

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.