Incendio della chiesa di Pully: un atto di vandalismo antireligioso

I resti del campanile della chiesa del Prieuré di Pully, divorata dalle fiamme Keystone

È senza dubbio doloso l'incendio che ha distrutto lunedì di Pasqua la chiesa protestante di Pully, nel canton Vaud. Sui muri sono state scoperte scritte ingiuriose e antireligiose, simili a quelle rilevate nell'incendio di un'altra chiesa del comune vodese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 aprile 2001 - 16:49

Esistono anche analogia con un tentativo di incendio scoperto l'estate scorsa in una chiesa di Losanna. «Cani cristiani» e «il fuoco per i vostri porcili» sono le scritte in caratteri maiuscoli rinvenute sotto la fuliggine che ha ricoperto i muri interni del tempio protestante, spiega in un comunicato la polizia vodese.

Scritte analoghe erano state ritrovate nella chiesa di Chamblandes di Pully, devastata da un incendio la scorsa estate, e nella chiesa St-Paul di Losanna. Altra analogia fra i tre casi: il fuoco è stato appiccato dietro l'organo.

La chiesa di Losanna era stata risparmiata, grazie alla scoperta tempestiva del dispositivo di messa a fuoco, sempre nell'estate 2000. La chiesa del Prieuré di Pully è invece andata quasi interamente distrutta. Dell'edificio, le cui origini risalgono al nono secolo, rimangono soltanto i muri portanti. Meno gravi invece i danni subiti dal tetto della casa comunale adiacente.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo