Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Made in Switzerland

La moda svizzera si mostra al pubblico

Difficile fare un identikit del creatore di moda rossocrociato: la maggior parte lavora per conto proprio, ha un atelier dove crea le proprie collezioni e si è formato in Svizzera.

Questo è l'unico dato in comune dei creatori di moda svizzeri.

"Il primo anno disegnavamo il modello e poi lo cucivamo su misura per le clienti", ricorda Andrea Hostettler. Il segreto del successo? "Non esiste", secondo Bruno Bencivenga. "A me sembra di pedalare in salita. Se smetto di pedalare resto fermo o cado indietro. Si tratta di pedalare in continuazione". Tre creazioni di Marianne Alvoni, elaborate appositamente per i 700 anni della Confederazione sono invece finite nientemeno che al Museo nazionale svizzero a Zurigo.

Esiste dunque il "made in Switzerland"? "Certamente esiste. Bisogna poi vedere quanto è importante", dice Bencivenga, che da tempo alla sua collezione di scarpe, "tutte fabbricate in Svizzera", ha aggiunto anche borse e cinture e sta adocchiando i capi d'abbigliamento.

"Però, oggi vedo le stesse persone, vestite nello stesso modo, sia a Stoccolma, che a Milano, che a Zurigo." Quello che conta, dunque, non è il luogo d'origine del prodotto, ma la qualità? "La simpatia", risponde il responsabile di Navyboot. "Un prodotto simpatico si vende molto meglio di un prodotto meno simpatico".

Ma bisogna farlo conoscere.

Elena Altenburger, swissinfo

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×