La guerra accentua la divisione culturale in Svizzera

La Prima guerra mondiale ha accentuato l’antagonismo tra le regioni francofone e germanofone della Svizzera, che durante il conflitto sostennero parti diverse. (RTS Geopolitis/swissinfo.ch)

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2014 - 11:01

Le regioni di lingua francese si schierarono in favore dell’Intesa. Si infuriarono contro il governo federale, che nel 1914 non protestò per la violazione tedesca della neutralità del Belgio. Culturalmente ed economicamente, la Svizzera era legata alla Germania. Diversi ufficiali di alto rango e leader della società civile, tra cui il generale Ulrich Wille, a capo delle forze armate svizzere, dichiararono apertamente la loro simpatia per la causa tedesca.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo