Prince, clou finale Montreux Jazz Festival

Con due concerti di Prince, in esclusiva europea, è terminato sabato sera il 43° Festival jazz di Montreux. Una ciliegina sulla torta di un'edizione "eccezionale" della famosa manifestazione musicale internazionale.

Accompagnato da Morris Hayes, Rhonda Smith, Renato Net e John Blackwell, in ognuno dei due concerti Prince ha conquistato oltre 4000 fans in delirio. La star americana vestita di rosso, ha improvvisato molto, attingendo al suo repertorio degli anni '90, ha concesso dei bis a un pubblico che non finiva più di applaudirlo e acclamarlo.

Per entrambi i concerti c'era il tutto esaurito. Nonostante i prezzi proibitivi (da 195 a 480 franchi), i biglietti sono stati venduti nel tempo record di 7 minuti e 58 secondi.

L'esibizione del Kid di Minneapolis e dei suoi musicisti ha suscitato l'entusiasmo generale. È stato l'ultimo tassello di un mosaico perfetto dell'edizione 2009 del Festival, che in totale ha attirato 230mila persone. Con un aumento del 10% rispetto all'anno scorso, il giro d'affari ha segnato un nuovo primato, ha precisato il segretario generale del Festival Mathieu Jaton.

Sull'onda del successo, il fondatore Claude Nobs ha già preannunciato qualche novità per la prossima edizione, dal 2 al 17 luglio 2010: Quincy Jones organizzerà una serata con giovani talenti e mega star. È inoltre previsto un omaggio Simply Red.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo