Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tutto è cominciato nel Rajasthan

All'età di 50 anni, Ruth Miller è andata all'estero per ricominciara una nuova vita

(swissinfo.ch)

A 50 anni, Ruth Miller ha cambiato vita. Da Stans, nella Svizzera centrale, si è trasferita ad Eningen, nel Giura Svevo, in Germania, per raggiungere il marito.

Galeotto fu un viaggio nel Rajasthan.

Ruth Miller e una sua amica avevano deciso di fare un viaggio in India. Faceva parte della comitiva anche Wolfgang Miller. I due si sono innamorati e la loro vita è cambiata. Ruth ha ben presto deciso di trasferirsi in Germania, dove lui lavorava come ingegnere elettrico.

E' stata una decisione coraggiosa. A 50 anni non è facile cambiare radicalmente vita. "Non è stato tutto rose e fiori" ammette a swissinfo ripercorrendo quei primi anni ad Eningen.

Mi attraeva l'Italia

Ruth ritorna con la mente al giorno del trasloco. La maggior parte delle sue cose era ormai già stata trasferita in Germania. Un'amica l'aveva accompagnata nel viaggio verso il nord. In auto c'era molto silenzio.

"L'amica mi ha chiesto cosa c'era, se mi pentivo e se avevo di colpo dei dubbi. L'unico pensiero che avevo in quel momento era che in fondo mi sarebbe piaciuto di più traslocare in Italia." Il viaggio andava in tutt'altra direzione. La destinazione era Eningen, dove Ruth vive ancora oggi.

Gli amici del marito l'hanno subita accolta e ben presto ha conosciuto il nuovo ambiente. A 50 anni non è sempre facile creare una nuova cerchia di amici.

Emigrare quando si è giovani è sicuramente diverso. "Quando si hanno bimbi, si fa più presto a mettere radici nel posto in cui si vive. Per una persona come me le cose sono diverse."

La Svizzera l'attirava

"Le mie radici sono e rimangono in Svizzera" afferma la signora Miller, che in passato ha lavorato a Lucerna presso le Ferrovie federali svizzere. Le sue amicizie più strette sono tutt'ora nella Svizzera centrale.

Oltre un anno fa, suo marito è andato in pensione. Adesso la coppia ha più tempo libero e può fare cose che prima non poteva, come fare la spola tra Germania e Svizzera.

Motivi finanziari

A Stans, hanno un appartamento a loro disposizione nella casa dei genitori di Ruth Miller. Per andare da Eningen a Stans in macchina non ci vogliono più di tre, quattro ore.

"Avevamo pianificato di trasferirci in Svizzera dopo il pensionamento di mio marito". Ciò non è stato possibile prima di tutto per ragioni finanziarie.

A far pendere la bilancia per il no sono stati i costi dell'assicurazione malattia e vecchiaia. Inoltre, in Germania si pagano meno tasse sulle pensioni che in Svizzera.

L'attrazione di Stans

La coppia si è occupata a lungo di tutti questi dettagli. E non ha ancora rinunciato completamente all'idea di venire a vivere in Svizzera.

"Chissà, forse un giorno succederà" affermano insieme. Durante il colloquio si capisce che la Svizzera è molto presente e che l'idea di venirci ad abitare non è ancora morta. I legami sono ancora forti. La radio e la televisione svizzera fanno parte della loro vita quotidiana.

Ad Eningen, un comune di 8000 persone nei pressi di Reutlingen, i Miller possiedono una casa monofamiliare in una delle strade più vecchie del paese. La casa ha anche un giardino.

"Ce lo godiamo soprattutto durante le calde giornate d'estate, anche se il giardino richiede molto lavoro. Ci piace sedere all'ombra" afferma Ruth Miller, che oggi ha 69 anni.

I paraggi invitano molto a fare passeggiate e gite. Eningen si trova nel Giura Svevo. "Possiamo imboccare il sentiero direttamente da casa nostra. Questo è molto bello".

La Svizzera vista con gli occhi dell'amore

Quando si faranno sentire gli acciacchi dell'età, la casa potrebbe diventare un problema. Per esempio potrebbe essere faticoso salire i tre piani della casa.

"Allora forse potremo di nuovo valutare se non possiamo trasferirci in Svizzera", afferma Wolfgang Miller. Gli occhi di sua moglie brillano.

La Svizzera per lei continua a giocare un ruolo molto importante. Lo si deduce dal fatto che lei prende molto sul serio i suoi diritti di Svizzera all'estero. Partecipa sempre alle elezioni e votazioni. Lo stesso vale per suo marito, che nel frattempo ha anche lui un passaporto svizzero.

Secondo Ruth Miller, alla Svizzera non farebbe male un po' più di apertura. Non vuole fare troppe critiche, ma non vuole neanche idealizzare il paese neanche nell'associazione svizzera locale, dove fa parte del direttivo.

La Svizzera si trova nel centro dell'Europa, ma non fa parte dell'UE. E' come un corpo estraneo. E non vuole fare pronostici se questo potrà cambiare nei prossimi anni. Ama la Svizzera così com'è.

"Vedo la Svizzera con gli occhi dell'amore. Questo è vero". Suo marito può solo confermarlo con il suo sguardo amoroso.

swissinfo, Rita Emch, Eningen
(Traduzione: Anna Luisa Ferro Mäder)

Fatti e cifre

Nel 2004, vivevano in Germania 70.455 svizzeri. Il 60% ha la doppia cittadinanza.
Circa il 24% ha meno di 18 anni e il 14% più di 65 anni.
Il 25,24% dei 53.445 svizzeri aventi diritto di voto sono registrati.

Fine della finestrella

In breve

Ruth Miller è nata nel 1936 ed è cresciuta a Stans (Nidwaldo)
Ha una formazione commerciale e ha lavorato tra l'altro per le FFS a Lucerna.
Circa 18 anni fa ha conosciuto in India l'uomo che oggi è suo marito.
Poco tempo dopo si è trasferita in Germania.
Da oltre un anno la coppia è in pensione.
Wolfgang e Ruth Miller vivono a Eningen presso Tubinga.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza