Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Un nuovo direttore per la Cineteca svizzera

La Cineteca svizzera racchiude nei suoi archivi oltre 70'000 film

(Keystone)

Dall'agosto del 2008, l'argoviese Vinzenz Hediger, 38 anni, assumerà le redini del più importante archivio cinematografico svizzero, basato a Losanna.

Autore di due importanti opere sul cinema, Hediger subentrerà a Hervé Dumont e sarà il primo direttore di origine svizzero tedesca.

"Vinzenz Hediger è stato eletto all'unanimità", ha detto mercoledì Olivier Verrey, presidente del consiglio di fondazione della cineteca svizzera. Il 38enne argoviese diventerà il terzo direttore dell'istituzione dopo i vodesi Fredy Buache e Hervé Dumont.

"Ha tutte le qualità richieste per svolgere questo lavoro", ha dal canto suo dichiarato Nicolas Bideau, membro del comitato di selezione e capo della sezione cinema presso l'Ufficio federale della cultura.

Vento di novità

Oltre alle sue vaste conoscenze in ambito scientifico e universitario, Vinzenz Hediger ha convinto i membri del comitato di selezione per la qualità del suo progetto, che Olivier Verrey giudica "molto completo e bene strutturato".

La Cineteca svizzera ha il compito di acquisire e salvaguardare documenti nei settori dell'arte e della tecnica cinematografiche e di accrescere, conservare, restaurare e presentare le sue collezioni.

Vinzenz Hediger desidera ampliarne le attività, in particolare creando a Losanna una Casa del cinema.

Attività accademiche

Hediger non dovrà rinunciare alle sue attività accademiche e sarà nominato professore presso l'università di Losanna, dove non nasconde di volere creare un centro di studi storici sul cinema svizzero.

Nato nel 1969 a Menzingen, nel canton Argovia, Vinzenz Hediger insegna attualmente all'università di Bochum, nel nord della Germania. È l'autore di due importanti volumi sul cinema, fra cui uno dedicato al documentario in Svizzera. Ha inoltre pubblicato parecchi articoli su riviste estere.

Fra le sue numerose attività, Vinzenz Hediger è anche stato membro della commissione federale del cinema e del consiglio di fondazione di Pro Helvetia.

"Non lo conosco personalmente ma gli auguro buona fortuna!" ha detto Freddy Buache. "Il suo lavoro sarà molto diverso da quello che ho svolto in passato. Ho vissuto la mia esistenza con in mano bobine di film. Hediger non dovrà più farlo poiché la pellicola sparirà presto per lasciare spazio al digitale".

swissinfo e agenzie

70'000 pellicole

La Cineteca svizzera racchiude nei suoi archivi circa 70'000 pellicole, due milioni di fotografie e 100'000 manifesti.

È una delle più importanti istituzioni nel suo genere nel mondo.

Basata a Losanna, la Cineteca dispone di un'antenna a Zurigo. Impiega 34 persone ed ha un budget di 5 milioni di franchi annui.

Nel 2008, l'istituzione festeggerà il suo 60esimo compleanno.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×