Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cala il sipario sul Mystery Park

Mystery Park: alla disperata ricerca di nuovi investitori

(Keystone)

Il Mystery Park, attualmente in fase di moratoria concordataria, ha chiuso i battenti domenica, forse per sempre.

Il futuro del parco d'attrazioni di Interlaken, ideato dallo scrittore svizzero tedesco Erich von Däniken, rimane più che mai incerto.

Quella di domenica è stata probabilmente l'ultima giornata d'apertura del Mystery Park. Da ormai tre anni infatti, il parco d'attrazioni dell'Oberland bernese dedicato agli enigmi della Terra e dell'universo è alle prese con gravi difficoltà finanziarie che non lasciano intravedere spiragli di luce.

Il suo destino sembra ormai appeso a un filo: se entro il 10 gennaio, data in cui scadrà il termine della moratoria concordataria, non si saranno fatti avanti nuovi investitori o non sarà raggiunto alcun accordo con i creditori, il parco sarà messo all'asta.

Avvio difficile

Mystery Park è frutto di un'idea del 1997 di Erich von Däniken, noto scrittore svizzero tedesco, oggi 71enne, acceso sostenitore dell'influenza degli extraterrestri nella cultura del mondo, che ha venduto milioni di copie dei suoi libri in numerose lingue.

Nonostante l'interesse mostrato dagli ambienti turistici, che vedevano di buon occhio un'offerta nell'Oberland bernese adatta ai giorni di brutto tempo, il progetto aveva avuto molta difficoltà a trovare i finanziamenti.

Alla fine però gli investitori erano stati convinti a mettere a disposizione 43 milioni di franchi e l'apertura del parco venne festeggiata il 24 maggio 2003.

In futuro un grande albergo?

Dopo un inizio molto buono (450'000 persone in un anno), attribuito dagli stessi promotori al bonus della novità, i visitatori sono andati però costantemente calando. E questo nonostante nuove attrazioni e biglietti più convenienti per le famiglie. Soprattutto i mesi invernali si sono rivelati problematici.

Da quando sono affiorate le prime difficoltà finanziarie, è partita la caccia a nuovi interessati, che è proseguita anche dopo la richiesta, nel maggio scorso, della moratoria concordataria.

Più volte è sembrato che fosse stata trovata una soluzione, ma tutti i tentativi di salvataggio sono risultati finora inutili.

Quel che avverrà degli impianti nel caso in cui non si trovasse una soluzione per continuare l'attività del Mystery Park è ancora incerto.

Il gruppo alberghiero Accor ha però già sin d'ora mostrato interesse per l'area del parco, dove vorrebbe erigere un albergo con 1000 stanze.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Il business plan iniziale prevedeva un afflusso di mezzo milione di visitatori all'anno.
Nel 2004, il migliore esercizio in assoluto, il numero di visitatori ha toccato la soglia dei 444'000.
A fine novembre 2005, gli ingressi superavano di poco le 200'0000 unità.
A fine ottobre 2006, il parco ha accolto il suo milionesimo visitatore.

Fine della finestrella

Cronistoria

21 maggio 1997: Erich von Däniken annuncia la sua intenzione di realizzare il Mystery Park.

4 luglio 2002: il gruppo di investitori "Special Situation" inietta 43 milioni di franchi nelle casse del parco.

24 maggio 2003: inaugurazione del parco, più tardi insignito del premio Milestone della rivista hotel+tourismus e del Golden Creativity Award di idée suisse.

Maggio 2004: raggiunto il pareggio dei conti.

Estate 2005: calo dei visitatori a causa dell'alluvione di agosto. Licenziamenti.

Aprile/Maggio 2006: differimento del fallimento e concessione di una moratoria concordataria.

Dicembre 2006: prevista l'assemblea dei creditori.

10 gennaio 2007: scadenza del termine della moratoria.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza