Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Expo. 02: prova generale con critiche

L'architetto Jean Nouvel è indignato per le installazioni che verranno costruite attorno al suo progetto

(Keystone Archive)

Prova generale, a Neuchâtel, della cerimonia d'apertura dell'Expo.02. Solo l'ideatore dell'arteplage di Morat, non è soddisfatto.

Circa 1700 persone, fra attori, comparse, cantanti, ballerini e musicisti, hanno preso parte sabato sera alla prova generale della cerimonia di apertura di Expo.02, davanti a un pubblico di circa 10 000 abitanti della regione.

Il test, che verrà ripetuto anche lunedì, è durato circa due ore e non ha messo in luce particolari problemi. Le prime critiche si fanno però già sentire: l'architetto francese Jean Nouvel, ideatore dell'arteplage di Morat, non approva lo spettacolo ed ha già annunciato che non vi assisterà.

La cerimonia d'inaugurazione, costata 15 milioni di franchi, andrà in scena tre volte dal 14 al 16 maggio: è stata concepita dal coreografo François Rochaix, che nel 1999 aveva ideato le rappresentazioni della "Fête des Vignerons".

Una cerimonia poliedrica

Lo spettacolo si svolgerà contemporaneamente sulle quattro arteplage e sul "Vascello pirata" del Giura: è suddiviso in tre atti e undici scene ed è un susseguirsi di storie ispirate da Prometeo.

Talune scene sono comuni a tutte le arteplage, mentre il secondo e il terzo atto sono adeguati ai temi presentati dai rispettivi luoghi d'esposizione. Ogni arteplage dispone di uno schermo che consente al pubblico di seguire quanto avviene sugli altri siti.

Nella rappresentazione intervengono gli elementi artistici più disparati: cori, orchestre, strumenti a fiato, pièces di teatro, danze e spettacoli di marionette si alterneranno sulla scena.

Innovative anche le tecniche di ripresa: oltre alle videocamere tradizionali, Rochaix fa ricorso a riprese dall'acqua e a telecamere montate su elicotteri e aereoplani. Il finale sarà una sinfonia di luci e fuochi d'artificio.

Per la cerimonia di inaugurazione non sono validi i normali biglietti per l'Expo. Sono invece state messe in vendita 52 500 entrate ripartite sulle tre serate, dal prezzo variabile a seconda della categoria tra i 60 e i 190 franchi.

Venerdì erano ancora in vendita 20 000 biglietti: sono stati acquistati il 70 per cento di quelli per la serata del 14 maggio, il 60 per cento per il 15 e il 55 per cento per il 16 maggio, ha indicato il portavoce dell'Expo Laurent Paoliello.

Jean Nouvel si sente offeso

Se le prove non hanno evidenziato problemi tecnici di sorta, lo spettacolo d'apertura attira già le prime critiche. L'architetto Jean Nouvel è indignato per le istallazioni che durante l'inaugurazione verranno montate attorno al suo progetto senza che sia stato chiesto il suo parere.

L'istallazione temporanea nel bel mezzo del progetto "Istante e Eternità" è "un disastro assoluto e un controsenso flagrante", ha indicato venerdì sera Jean Nouvel in un comunicato. Secondo l'architetto, lo spettacolo impedirà ai visitatori di recepire il messaggio che si intendeva veicolare mediante la struttura della costruzione.

"Si tratta di un atteggiamento inaccettabile da parte di Jean Nouvel che non sopporta che si utilizzi la sua arteplage per ciò per cui è stata prevista, cioè per fare spettacoli e festeggiare", ha detto Christophe Hans, reponsabile della comunicazione della direttrice dell'Expo, Nelly Wenger.

"Un sito è previsto per accogliere manifestazioni e Jean Nouvel lo sapeva", ha aggiunto Hans. A suo avviso, l'architetto dovrà abituarsi al fatto che altri, compreso il pubblico, prendano possesso della sua arteplage. Comunque, a parte lo spettacolo inaugurale, non ci saranno altre "violazioni", ha assicurato.

swissinfo e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza