L’UFC: un sestante istituzionale

L’Ufficio federale della cultura (UFC) formula la politica culturale della Confederazione. Favorire la cultura nella sua diversità è uno dei suoi compiti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2005 - 16:12

Spetta sempre all’UFC permettere la crescita e lo sviluppo della cultura in tutta indipendenza.

L’UFC si occupa di Promozione della cultura, della Biblioteca Nazionale e del Museo Nazionale. E le sue competenze riguardano specialmente i settori del cinema, dell’arte e del design, della conservazione del patrimonio culturale, dei monumenti e dei siti archeologici, della politica linguistica, della formazione dei giovani svizzeri all’estero e delle relazioni culturali con l’estero.

L’UFC gestisce ugualmente preziose collezioni, biblioteche, archivi e musei. In seno alla Confederazione, troviamo pure il centro di competenza per il capitolo cultura della politica estera, la Cooperazione e lo Sviluppo e Presenza Svizzera agli Affari esteri (collegamento amministrativo).

Per il resto, il sostegno alla cultura è curato dalla Fondazione Pro Helvetia (interamente finanziata dalla Confederazione), dalle città, dai cantoni e da organismi privati.

swissinfo

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo