Navigation

Una nuova vita per gli strumenti musicali svizzeri in Messico

Jorge Viladoms, professore al Conservatorio di Losanna e noto pianista messicano, avrebbe tranquillamente potuto preoccuparsi solo di sé stesso, senza prestare attenzione ai bambini che non hanno accesso ad alcuna formazione musicale nel suo paese d'origine. Non l'ha fatto e la Svizzera è stata fondamentale nella sua decisione. Intervista.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2020 - 11:00

In questo pomeriggio assolato, ci troviamo al Conservatorio di Losanna ad ascoltare l'Intermezzo del compositore Manuel María Ponce. Al pianoforte, Jorge Viladoms (35). Dal primo momento in cui ha toccato i tasti di un pianoforte all'età di 15 anni nella sua casa in Messico - un gesto catartico dopo la morte del padre - la sua è stata una carriera folgorante. A 18 anni, "il caso" lo porta in Svizzera, dove viene accettato come allievo nella stessa istituzione in cui oggi insegna.

Ma non vi è felicità senza condivisione: a 26 anni Viladoms diventa il più giovane insegnante di pianoforte del Conservatorio di LosannaLink esterno e inizia subito a tessere un filo tra la Svizzera e il suo paese natale attraverso la sua fondazione "Crescendo con la musicaLink esterno", che si occupa dell'educazione musicale di circa 350 bambini messicani.

Questa fondazione si sta estendendo oggi anche in Kenya. "Abbiamo creato un concetto formativo che può essere replicato", spiega con entusiasmo.

Un concetto forgiato anche sulla base dell'esperienza della democrazia svizzera, "dove vi è uno spirito civico incredibile", e che può contribuire allo sviluppo dell'infanzia più sfavorita, anche a mille e mille chilometri di distanza.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.