Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Gli svizzeri amano leggere

Due piccioni con una fava: leggere fra una nuotata e l'altra

(Keystone)

Leggere, passeggiare e incontrare gli amici sono le attività ricreative preferite dagli svizzeri, secondo uno studio pubblicato dall’Ufficio federale di statistica.

La posizione sociale, il salario e la formazione sono fattori che influenzano in modo determinante la scelta di come occupare il proprio tempo libero.

Il rapporto «Le attività e il tempo libero in Svizzera», pubblicato lunedì dall’Ufficio federale di statistica (UST), analizza i comportamenti culturali e ricreativi della popolazione elvetica nel 2003, interessandosi in particolare alla frequenza con cui le diverse attività sono praticate e al loro grado di soddisfazione.

I risultati confermano le constatazioni di alcune recenti inchieste secondo le quali le pratiche ricreative – soprattutto quelle legate alle attività culturali – sarebbero strutturate dalle ineguaglianze di capitali e di posizioni occupate nello spazio sociale.

Senza radio, televisione e internet

La lettura e gli incontri con amici e conoscenti sono praticati quasi giornalmente da tre svizzeri su quattro. Ma le attività che i 5220 intervistati dichiarano di apprezzare sono molteplici. Almeno una volta a settimana, il 56% di loro pratica uno sport, il 52% esce a fare una passeggiata e il 45% va al bar, in un pub o in un ristorante.

Molto apprezzati anche i lavori manuali e di giardinaggio, attività praticate regolarmente dal 42% della popolazione elvetica.

Chi ha risposto al questionario poteva scegliere fra 12 differenti attività di svago. Queste non comprendevano tuttavia il tempo passato ad ascoltare la radio, a guardare la televisione o a navigare su internet che, secondo un sondaggio realizzato dalla Univox pubblicato lo scorso mese di gennaio, risultavano essere le occupazioni preferite dagli svizzeri nel 2004.

Ritmi differenti

Le attività di svago sono praticate con frequenze molto differenti fra loro e dipendono da vari fattori.

Secondo lo studio dell’UST, il 68% degli intervistati si reca regolarmente al cinema, il 67% preferisce il teatro, l’opera o la visita di un’esposizione, mentre il 47% ama assistere ad avvenimenti sportivi.

Più il reddito e la formazione sono alti, più la frequenza di attività formative, sportive e culturali aumenta. I contrasti più netti si notano però fra le differenti fasce d’età. I giovani prediligono gli incontri con gli amici, la musica e lo sport, mentre le persone più anziane, oltre alle passeggiate e al giardinaggio, vanno più sovente al cinema o visitano esposizioni.

Soddisfazione

Dallo studio risulta che, globalmente, la popolazione elvetica – soprattutto gli anziani – si dichiara piuttosto contenta delle attività svolte durante il tempo libero.

Un quarto delle persone intervistate ammette però una certa insoddisfazione, dovuta principalmente alla mancanza di tempo. Fra questi, si annoverano soprattutto stranieri, coppie con figli e giovani attivi dai 25 ai 39 anni.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

76,1% degli intervistati incontra amici o conoscenti nel proprio tempo libero
75,1% legge
72,6% passeggia
67,6% va al cinema
66,6% va a teatro, all’opera o visita esposizioni
61,9% fa sport
53,9% fa lavori manuali o si occupa di giardinaggio
49,2% frequenta locali pubblici (bar, pub)
46,7% si reca ad avvenimenti sportivi
34,9% balla

Fine della finestrella


Link

×