Tutte le notizie in breve

Nuovi guai giudiziari per Lula. L'ex presidente brasiliano è stato infatti indagato per una presunta tangente da 20 milioni di reais (circa 5 milioni di euro) pagata dal colosso delle costruzioni Odebrecht per ottenere appalti in Angola.

Lula sarebbe stato indagato per corruzione passiva, secondo quanto rivela oggi la stampa locale. I contratti in Angola sono stati firmati dall'impresa Exergia, che ha tra i soci Taiguara Rodrigues, nipote di Lula, e i lavori poi eseguiti dalla Odebrecht.

L'ex presidente operaio è stato rinviato a giudizio lo scorso 21 settembre per corruzione e riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti pagate a politici con i fondi neri dell'azienda petrolifera di Stato Petrobras.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve