Tutte le notizie in breve

Praticamente nessuna reazione del franco alle decisioni odierne della Banca nazionale svizzera (BNS), ampiamente attese dai mercati: in mattinata la valuta elvetica appariva stabile rispetto all'euro, che veniva scambiato a circa 1,0960 franchi.

L'euro era tornato sopra 1,10 in maggio, raggiungendo anche quota 1,11, per poi ripiegare a partire da giugno e toccare un minimo di 1,0624. Dalla metà agosto si nota una lieve tendenza alla ripresa.

Anche il corso del dollaro non ha subito oggi scossoni: la moneta americana costa circa 0,9760 franchi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve