L'economia deve intervenire nel dibatto sulle relazioni fra Svizzera e Unione europea (Ue).

È quanto ha raccomandato oggi a Losanna il ministro degli esteri Ignazio Cassis davanti a una platea di un migliaio di rappresentanti del mondo economico riuniti al Politecnico federale.

Nel suo intervento, egli ha insistito sull'importanza di normalizzare le relazioni con Bruxelles e regolare ancora nel corso di quest'anno la questione dell'accordo istituzionale. Se ciò non dovesse avvenire nel 2018, tutto sarà rimandato al 2021, ha avvertito, ricordando le elezioni federali ed europee del 2019 e la tensione che scaturirà nel 2020 dalla Brexit, "un veleno per la Svizzera".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.