Tutte le notizie in breve

Il presidente del Congresso ebraico mondiale (WJC) Ronald Lauder approva la decisione del Kunstmuseum di Berna di accettare il lascito del controverso collezionista tedesco Cornelius Gurlitt solo alla condizione di escludere opere sottratte dai nazisti.

Lauder ha auspicato l'immediata pubblicazione dell'elenco degli oggetti lasciati da Gurlitt. "Serve la piena trasparenza nell'esame dell'origine delle opere. A Berna non deve essere mandato nulla prima di una corretta verifica", ha aggiunto.

Le opere sottratte agli ebrei devono tornare ai loro legittimi proprietari, oppure i discendenti devono essere risarciti. "Finora molti musei svizzeri si sono mostrati titubanti nell'affrontare questa pagina oscura dello loro storia. Berna può ora dimostrare di agire al di là di ogni sospetto", ha affermato il presidente del WJC.

Lauder ha chiesto anche che altri musei passino seriamente al setaccio le loro collezioni. Vanno rigorosamente applicati i principi della Conferenza di Washington del 1998 relativi alle opere d'arte confiscate dai nazisti, ha concluso.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve