Tutte le notizie in breve

Il momento rimane favorevole per il mattone e il cemento

KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

(sda-ats)

Il momento rimane favorevole per il mattone e il cemento: l'indice delle costruzioni calcolato da Credit Suisse (CS) e della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) è restato nel quarto trimestre a 144 punti, un livello giudicato particolarmente elevato.

Se la variazione è stata nulla rispetto ai tre mesi precedenti, nel confronto con lo stesso periodo del 2015 vi è stata una progressione di 14 punti, informano CS e SSIC.

Analizzando in dettaglio i dati, l'indice delle opere di edilizia si è attestato a 116 punti (-6 sul terzo trimestre, +3 sull'anno). Al suo interno l'edilizia residenziale evidenzia un andamento più movimentato (-8 e +9 a 125 punti) di quello dell'edilizia commerciale (-2 e +6 a 118 punti). Per quanto riguarda le opere di genio civile l'indice è progredito sensibilmente, salendo a 183 punti (+8 e +26).

Nel complesso, il fatturato del settore principale della costruzione dovrebbe superare significativamente quello dell'anno scorso, senza però raggiungere i livelli particolarmente alti del 2014, affermano gli specialisti.

La stagnazione o il leggero aumento delle domande di costruzione di alloggi e stabili commerciali lascia però presagire una stabilizzazione del giro d'affari. Le condizioni del mercato immobiliare diventano sempre più difficili a causa della crescita delle superfici vacanti e della stagnazione - o addirittura del calo - delle pigioni. Finora comunque in assenza di alternative valide e in un ambiente di tassi bassi questa evoluzione non ha scoraggiato gli investitori.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve